KIWI ORIENTAL RED CONQUISTA IL FLIA 2019, NERI: “ENTRO OTTOBRE IL LANCIO COMMERCIALE”

Ha sbaragliato la concorrenza vincendo l’ambito premio del Fruit Logistica Innovation Award 2019 (leggi news). Il kiwi a polpa rossa Oriental Red, dell’azienda emiliano romagnola Jingold che nel proprio paniere può contare su altre quattro varietà di actinidia, ha trionfato nella competizione berlinese. Il colore ma soprattutto il gusto dolce, che punta su un contenuto zuccherino di 20-21 Brix, con un particolare retrogusto esotico-tropicale, hanno convinto i giurati.

A sinistra Harry Xu, General Manager Jingold e a destra Federico Milanese, International Development Manager Jingold

Subito dopo la vittoria al FLIA 2019, la prima per un’impresa italiana, Patrizio Neri, presidente di Jingold, ci racconta i motivi del successo, che partono dalla continua ricerca dell’innovazione e di prodotti nuovi uniti alla qualità che il gruppo cesenate porta avanti con convinzione da anni.

Patrizio Neri

“L’innovazione va al di là del colore. Con Oriental Red usciamo dallo “stereotipo” del kiwi. La polpa è più morbida di un kiwi “tradizionale”. L’innovazione è a 360 gradi. Il gusto è davvero unico, come le sensazioni che trasmette all’assaggio”, sostiene Neri. “Nel primo giorno di fiera a Berlino, sono venuti a trovarci tra gli altri l’ambasciatore italiano in Germania Luigi Mattiolo e il sottosegretario al ministero dell’Agricoltura Alessandra Pesce che hanno sentito gusti vicini al lampone e all’albicocca”.

I primi cento ettari sono già stati piantati alcuni anni fa e dopo i primi test più che positivi effettuati in alcune catene distributive – in Italia con Conad, in Germania con Rewe e nel Regno Unito con Waitrose ma anche a Hong Kong – Oriental Red si appresta a sbarcare sul mercato con volumi più significativi. Entro la fine del prossimo ottobre è atteso l’effettivo esordio commerciale con le prime migliaia di quintali, per proseguire le vendite fino a gennaio e non oltre dal momento che i volumi sono comunque ancora limitati, sebbene “la conservabilità del prodotto prometta risultati sorprendenti”. “Ma già entro la fine del 2019 gli ettari piantati con ogni probabilità raddoppieranno o quasi – annuncia Neri. Arriveremo a 180-200 ettari”. L’obiettivo a medio termine è comunque arrivare a 500 ettari entro il 2022.

Per quanto riguarda i mercati di destinazione, il presidente di Jingold non si pone limiti. “Crediamo che Oriental Red possa essere apprezzato in tutto il mondo: dall’Europa all’Asia, fino ad altri contenenti. Non ci poniamo limiti”.

Sulla vincita dell’ambito premio del FLIA, Neri non nasconde la soddisfazione: “Ci riempie di orgoglio. È un riconoscimento importante, anche d’immagine. Non cambierà i nostri piani ma ci rafforza ulteriormente nel nostro percorso di crescita”.

Emanuele Zanini