L’EXPORT DI FRUTTA ARRANCA, NEL 2018 RICAVI IN CALO DELL’11%

Nel 2018 le esportazioni di frutta fresca sono ammontate a 2,5 miliardi di euro ma hanno registrato una battuta d’arresto rispetto all’anno precedente, a causa della flessione dell’offerta di alcuni importanti prodotti come le mele e i kiwi. Il calo delle spedizioni è stato del 15% ed ha determinato una flessione dei ricavi dell’11%. Di contro, sono aumentate le importazioni, + 2% in quantità e + 3% il relativo esborso che ha raggiunto 1,4 miliardi di euro.

 

Mele, uve e kiwi sono i prodotti più esportati mentre la frutta tropicale (principalmente banane ed ananas), pesche, nettarine, fragole e kiwi sono i prodotti maggiormente importati. Il calo delle esportazioni ha riguardato tutti i principali mercati di sbocco. In particolare, le spedizioni di frutta verso la Spagna si sono ridotte del 30% in termini di valore. Per quanto concerne le importazioni crescono gli approvvigionamenti dai primi tre mercati, Spagna (+15%), Ecuador e Costarica (+5%).

Leggi qui il report completo di Ismea