MORTO IL PRESIDENTE DI UNAPROA ANTONIO SCHIAVELLI

È morto a 59 anni Antonio Schiavelli, presidente dell’Unione nazionale UNAPROA. Nato a Corigliano Calabro l’8 novembre 1960, agrumicoltore e cooperatore, socio e dirigente storico di Coldiretti Cosenza, già consigliere di amministrazione di CampoVerde SpA, già amministratore delegato del Consorzio Sibarit, Schiavelli era in carica come amministratore delegato della OP Pomez società cooperativa agricola, come rappresentante legale dell’azienda agricola Eredi Schiavelli Francesco (produttrice di agrumi), oltre ad essere presidente, al secondo mandato, di UNAPROA.

Immediatamente dopo la sua morte, UNAPROA ha emesso la seguente nota: “Oggi, 25 aprile 2019, ci ha lasciati un amico fraterno, un imprenditore appassionato, un amministratore illuminato che, chi ha avuto il privilegio di conoscere e di frequentare, ne ha apprezzato le immense qualità umane e le non comuni doti di professionalità: doti che, non a caso, Lo hanno portato a ricoprire cariche importanti e di responsabilità”.

L’Unione lo ricorda ancora come “uomo di profonda cultura, Accademico dei Georgofili e scrittore.  Ha fortemente creduto, fin dall’inizio, nella creazione di UNAPROA e ne è stato il presidente dal 2016. Anche durante il decorso della sua malattia non ha mai rinunciato a guidare l’Unione, lui, agricoltore e cooperatore guardava al futuro; e siamo certi che il solco che ha fortemente voluto tracciare, e che noi Consiglieri insieme ai Collaboratori dell’Unione condividevamo con lui, darà copiosi frutti”.

Le esequie, dopo la Camera ardente presso la sede nazionale di Coldiretti, si terranno a Corigliano-Rossano presso la Chiesa di Sant’Antonio, domani, sabato 27 aprile.

La Coldiretti ha espresso, tramite il suo presidente Ettore Prandini e il segretario generale Vincenzo Gesmundo, “profondo cordoglio”. Prandini e Gesmundo sottolineano “l’impegno incessante per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’Organizzazione economica dei produttori”. La Coldiretti ne ricorda la profonda conoscenza del settore ortofrutticolo e la grande capacità organizzativa che ha voluto fino all’ultimo condividere con gli altri contribuendo allo crescita competitiva del made in Italy.

Alla famiglia Schiavelli e a UNAPROA le condoglianze della direzione, della redazione e di tutto lo staff del Corriere Ortofrutticolo.