ADDIO A PAOLO STECCANELLA, UN PIONIERE DEL BIOLOGICO

A solo 61 anni se n’è andato Paolo Steccanella (nella foto), scomparso a causa di una grave malattia cardiaca. È stato, per tutta la vita, un vero pioniere del biologico nella sua azienda di Legnago (Verona), frutticoltore e orticoltore. “Era un uomo dalle grandi passioni e dalle idee molto chiare che perseguiva con convinzione e senza risparmio”, afferma Andrea Bertoldi, direttore generale di Brio Spa, l’azienda specializzata nella commercializzazione di prodotti bio di cui Steccanella è stato presidente per ben tredici anni, oltre che consigliere di Aiab Veneto. “È sempre stato per noi, un po’ più giovani, una guida dai saldi valori che si batteva per lo sviluppo del biologico vero, per offrire ai cittadini una alimentazione sana e la possibilità di vivere in un ambiente pulito”.

Paolo Steccanella

Era un grande cooperatore, come ce ne sono pochi in Veneto, fondatore della Cooperativa La Primavera di Campagnola di Zevio, realtà storica del biologico nazionale che compie proprio quest’anno i trent’anni di attività, tutta dedicata al bio. “Mancherà ai nostri soci e al mondo agricolo una voce così vicina alla terra, una vera voce del mondo contadino, di quello che anche i giovani stanno riscoprendo in questi anni”, sottolinea Albino Migliorini Presidente della cooperativa Primavera. “La possibilità di vivere e lavorare producendo prodotti agricoli biologici in modo sano per se e per i consumatori è sempre più attraente proprio fra i ragazzi di oggi. Saranno loro a portare avanti i progetti di Paolo, in campagna, nella natura, per un futuro migliore”.