TAVOLO, IL SETTORE: “PRIMO PASSO POSITIVO. ORA SI ENTRI IN AZIONE”

Sono commenti positivi quelli emersi ieri al termine della riunione del Tavolo ortofrutticolo nazionale (leggi news), che, seppur interlocutoria, ha iniziato a pianificare il lungo lavoro relativo agli importanti temi affrontati: dalle barriere fitosanitarie, al catasto, dalla manodopera, alla sostenibilità, fino alla definizione del decreto legge di cui è stata approvata la bozza. Verranno inoltre creati comitati ad hoc, in modo da discutere di volta in volta le tematiche più nel dettaglio. Agea sta inoltre raccogliendo i primi dati relativi al censimento delle produzioni inerente il catasto ortofrutticolo nazionale. Il prossimo Tavolo è previsto entro un paio di mesi.

Soddisfatto il presidente di Fruitimprese Marco Salvi: “Il sottosegretario Alessandra Pesce (nella foto, ndr) ha rispettato gli impegni. Mi sembra ci sia la volontà politica di andare avanti su questa direzione. Lo spirito collaborativo che si è instaurato e la disponibilità del ministero ad ascoltare le problematiche del settore, mi fa ben sperare”, afferma Salvi. “Credo che il Tavolo sia l’unico strumento che il nostro settore abbia a disposizione per definire e prendere le decisioni strategiche che servono al sistema ortofrutticolo. Ora serve farlo funzionare, anche attraverso il coinvolgimento di altri ministeri. Se vogliamo promuovere prodotti su nuovi mercati serve anche la collaborazione tra gli altri dell’Ice, che può sostenere una migliore penetrazione sui mercati, all’insegna di un’ulteriore spinta verso l’internazionalizzazione”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il commento di Davide Vernocchi, coordinatore del settore ortofrutta dell’Alleanza cooperative agroalimentari. “C’è stato un bel dibattito, con la presenza di tutte le categorie e i massimi esponenti del settore. Sono stati tanti i temi affrontati. C’è fiducia”.

Per Vincenzo Falconi, direttore di Italia Ortofrutta, “un ringraziamento va al ministero per il lavoro svolto fin qui. Ora auspichiamo che i tempi per entrare nel vivo delle questioni siano celeri. Importante sarà poi analizzare i temi nel profondo per poter così emettere eventualmente dei provvedimenti normatici ad hoc”.

Anche il mondo dei Mercati ha commentato positivamente l’incontro di ieri. Valentino Di Pisa, presidente di Fedagro e Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati hanno sottolineato l’importanza della riunione avanzando nello specifico due precise richieste: la prima è di creare all’interno dei Comitato del Tavolo un focus specifico sul ruolo dei Mercati visti come nuove piattaforme logistiche a servizio del produzione e della GDO; l’altra è l’importanza di rilanciare anche i consumi interni per dare respiro alle aziende italiane, continuando a promuovere l’export anche nei paesi vicini all’Italia e non solo d’oltremare. Un segnale per dire che il mondo dei Mercati è unito e parla con una sola voce.

“Il Tavolo Ortofrutticolo Nazionale esprime sicuramente la vicinanza del governo alla categoria ma è solo un primo passo”, aggiunge Di Pisa. Per Pallottini inoltre “è stata significativa la formalizzazione e approvazione della bozza di decreto, un aspetto rilevante per il settore”. (e.z.)