FRESCO SENSO COMPIE 10 ANNI: GLI INVESTIMENTI E I PROGETTI SUL BRAND

Prosegue senza sosta il percorso di crescita e innovazione di Fresco Senso – brand del Gruppo Agribologna dedicato alla frutta ‘pronta da mangiare’: la filiera che gestisce tutte le fasi di produzione, lavorazione e distribuzione di ortofrutta fresca, che vede un fatturato superiore ai 230milioni di euro (2018), in crescita del 10% sull’anno precedente, 135 soci agricoltori con 3.200 ettari di superfici coltivate, 220 dipendenti e 2.500 clienti nei canali della grande distribuzione organizzata, della ristorazione e del retail tradizionale. Fiore all’occhiello del Gruppo sin dalla sua apertura, nel 2009, l’impianto Fresco Senso festeggia dieci anni di attività.

A un anno dall’inaugurazione dello stabilimento rinnovato (aperto nel 2009, ampliato nel 2018 con un investimento di 3 milioni di euro), Fresco Senso ha costantemente sviluppato la capacità produttiva dello stabilimento di San Pietro in Casale (Bologna), fino ad attestarsi come primo in Italia per capacità produttiva (40.000 quintali di prodotto finito/anno) con una potenzialità di 80/100.000 vaschette/giorno, per un totale di circa 6.000.000 vaschette/anno)

Gianfranco Fornari

“Tutta l’impiantistica di Fresco Senso è interamente ideata e realizzata su misura e in stretta collaborazione con i migliori operatori del settore a livello nazionale. Siamo poi particolarmente orgogliosi degli operatori specializzati, dedicati al controllo e al confezionamento manuali.” – commenta Gianfranco Fornari, direttore operativo del Consorzio Agribologna – Quella iniziata dieci anni fa con il nostro stabilimento è una storia Made in Italy d’eccellenza a 360°, che vede sempre nuovi e più alti obiettivi, sia nelle quantità prodotte, sia in R&D per nuovi processi, prodotti, packaging e tecnologie ambientali.”

Sono 100 in totale le risorse umane di Fresco Senso (per l’80% donne) con incremento del 10%.

Fresco senso vanta una superficie di 4.000 mq, dotata delle più avanzate tecnologie, che consentono l’intero ciclo di lavorazione, a partire da sanificazione, sbucciatura e taglio-cubettatura della materia prima. Per arrivare al confezionamento con controllo manuale – e alla consegna, gestita da CONOR, società del Gruppo, attiva con 21 piattaforme in Italia – presso i maggiori centri della distribuzione moderna e della ristorazione. I più attenti e innovativi processi di lavorazione, uniti ai rigidi controlli organolettici, garantiscono un prodotto sicuro, già tagliato e pronto al consumo.

Non sono utilizzati conservanti e il prodotto non subisce trattamenti termici. Lo stabilimento è completamente coibentato, per garantire la temperatura (da 0 ai +6 gradi) e preservare la shelf life e la qualità del prodotto fresco. La capacità produttiva è ai vertici a livello nazionale, e vede gli obiettivi per il 2019 di 30.000 kg di prodotto/giorno e 40.000 quintali di prodotto/anno.

“Lo stabilimento Fresco Senso è davvero unico, nel panorama nazionale, per dimensioni e tecnologia. Ha richiesto un investimento pari a nove milioni di euro in totale, per questi primi dieci anni” – conclude Fornari – “Stiamo brevettando anche un prototipo di pesatura automatica, con l’Università di Padova. Unica per capillarità e penetrazione nel mercato è anche certamente l’attività di distribuzione gestita da Conor, società del Gruppo, che ci consente la massima flessibilità ed efficacia nella consegna, a partire dalle 21 piattaforme gestite in Italia e che non vede eguali, a livello nazionale.”

Proprio la grande attenzione all’ambiente, in Fresco Senso, è cruciale e visibile a partire dallo stabilimento di produzione, all’avanguardia, che, grazie all’impianto fotovoltaico, attivo dal 2009 permette di coprire oltre il 12% del fabbisogno elettrico totale e a quello dedicato alla depurazione delle acque reflue che ogni anno consente di riutilizzare 50.000 mc di acqua, contribuendo alla riduzione del proprio impatto sull’ambiente.
Con lo scopo di rendersi sempre più sostenibili, inoltre, il reparto R&D di Fresco Senso, sta ricercando intensamente da più di un anno una soluzione alternativa alla plastica vergine, utilizzata nelle confezioni della frutta di IV gamma, che possa essere compostabile: lo scopo è quello di realizzare un prodotto zero rifiuti, interamente biodegradabile, promuovendo la circolarità. A partire da giugno, in attesa che la ricerca identifichi un materiale idoneo a contenere la frutta  lavata, tagliata, pronta al consumo, Fresco Senso utilizza confezioni realizzate con una percentuale di packaging riciclato pari al 20-30%.

Novità assoluta a livello nazionale ed europeo, è la linea di prodotto Aromi di Miele, realizzata in partnership con Mielizia.
Quattro mix stagionali di frutta fresca di IV gamma – pronta da mangiare – presentata alle più recenti Fiere di settore nel Maggio di quest’anno. Per la prima volta, grazie all’ideazione e all’impegno congiunto della Ricerca e Sviluppo delle due realtà emiliano-romagnole, a disposizione del consumatore un sorprendente assortimento di mix di frutta, con una bustina di miele aromatizzato alle spezie, ideato e abbinato ad hoc per ogni mix e capace di garantire a gusto e palato una vera e propria esperienza gourmet.

Mela verde, kiwi, melone gialletto, con bustina di miele di Acacia Mielizia, aromatizzata ai semi di finocchio e anice stellato; Ananas, mango, mela golden, con bustina di miele di Acacia Mielizia, aromatizzata alle spezie: zenzero e cardamomo; Clementina, caco, papaya, con bustina di miele di Acacia Mielizia aromatizzata alle spezie: zenzero e cardamomo; Mela rossa, uva, lampone, mora, con bustina di miele di Acacia Mielizia aromatizzata alle spezie: cannella, noce moscata e chiodi di garofano.

Per l’Estate 2019, fra le referenze Fresco Senso spiccano: la BAG, il packaging innovativo ed esclusivo, per la frutta fresca pronta da mangiare – trasporto semplificato e freschezza garantita, grazie al comodo manico e alla cerniera ‘apri e chiudi’, per riporre il prodotto rimasto e conservarlo in frigo; i sempre nuovi mix ‘Energia&Gusto’ e XJ, la linea di sei extrasucchi funzionali di frutta e verdura selezionata e mixata, in base a valori nutrizionali e benefici per il consumatore.

Oltre 60 referenze per la frutta fresco senso

Ad oggi nello stabilimento vengono lavorati Cocomero, Clementina, Fragola, Kiwi, Caco, Mela, Melagrana, Melone, Mirtillo, Nettarina, Pera, Uva, Fichi d’India, Ananas, Papaya, Mango e Cocco.
A siglare i primi 10 anni di Fresco Senso, anche l’avvio della campagna adv, che dà seguito a quella del 2018 e ne consolida il messaggio: Fresco Senso è fruit-à-porter, frutta pratica, comoda, light, fresca, glamour, ma soprattutto garantita in tutti i sensi.
Con l’obiettivo di rafforzare il posizionamento di Fresco Senso, la nuova campagna accentua il concetto di innovazione, punto forte del brand, in un’ottica fashion: combinazioni inedite di frutta nostrana, esotica, arricchita con frutta secca e packaging ad hoc, perfettamente in linea con il mondo della moda, in costante rinnovamento.

Due interventi per la campagna stampa, realizzata con un approccio stilistico che prende in prestito elementi dell’immaginario fashion influenzando gli headlines ed il visual: così gli Aromi di miele “destrutturati” diventano la colazione perfetta e La bag una sfilata di gusto.
Il video che racconta una storia “di moda” ripercorre una giornata con un’avvenente influencer, in un gioco di rimandi tra frutta e moda, trasmettendo i concetti di leggerezza, lifestyle, vitalità e riprendendo gli headline della stampa “Colazione primavera estate”, “Sfilata di gusto”, “La taglia perfetta”.
A sostegno della creatività, un media mix sinergico di stampa, con i social, le più influenti testate del lifestyle femminile e food (Vanity Fair, Glamour, Io Donna, La cucina italiana, Sale e Pepe, Giallo Zafferano, Grazia, F, Natural Style), di digital, con la riproduzione del nuovo spot video Fresco Senso sui canali Lacucinaitaliana.it, Vanityfair.it, corriere.tv e svariati network appartenenti alla categoria Cooking. Novità 2019, la promozione del brand Fresco Senso nelle arene del cinema estivo e sale cinematografiche delle maggiori città italiane e lungo la riviera romagnola.