PROBLEMI NEL TRATTAMENTO POST-RACCOLTA, FRUITIMPRESE E ALLEANZA COOPERATIVE SCRIVONO AL MIPAAFT

Il presidente di Fruitimprese Marco Salvi e quello dell’Alleanza Cooperative italiane agroalimentari Giorgio Mercuri hanno inviato una lettera al ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio per evidenziare le problematiche dell’utilizzo dei prodotti in post-raccolta nel settore ortofrutticolo e pataticolo. Le due associazioni lamentano grosse difficoltà nella fase di conservazione e stoccaggio della merce nei magazzini a causa del maltempo, con “gravi problemi di qualità dei tuberi di patate e forti preoccupazioni nella capacità di gestione post-raccolta dei frutti, in particolare delle pomacee”.

Per prevenire i danni post raccolta secondo Fruitimprese e l’Allenza, è necessario l’utilizzo di olio di semi di girasole con l’aggiunta di “sostanze veicolanti” (E321 additivo alimentare, glicerolo vegetale ed Etildiglicole), per proteggere i prodotti. Le due rappresentanti del mondo ortofrutticolo chiedono lumi al ministero relativo al problema di corretto inquadramento e relativo utilizzo del prodotto in questione. Tuttavia dal Mipaaft pare sia giunta una risposta negativa in tal senso.

Qui sotto riportiamo la lettera integrale inviata al ministero delle Politiche Agricole.

 

Preg.mo signor Ministro,

ci permettiamo di richiamare la sua attenzione su una problematica estremamente urgente che interessa alcune produzioni ortofrutticole ed il comparto pataticolo, in relazione alla gestione dei prodotti nelle fasi di conservazione e stoccaggio nei magazzini, che rischia di compromettere la redditività dei produttori e delle imprese interessate per la campagna di commercializzazione 2019.

In tal senso le nostre associate evidenziano, a causa delle eccezionali condizioni climatiche verificatesi, estreme per piovosità, temperatura e umidità relativa, gravi problemi di qualità dei tuberi di patata e forti preoccupazioni nella capacità di gestione post-raccolta dei frutti, in particolare delle pomacee.

Le condizioni metereologiche registrate in questi mesi sono state infatti estremamente favorevoli al proliferare di infezioni fungine e batteriche e, su patate, la raccolta meccanizzata dei tuberi di patata già in corso non può che provocare un ulteriore incremento dei danni per lo sviluppo di marciumi causati da Helminthosporium solani, Erwinia carotovora subsp. atroseptica, Sclerotinia spp, come confermato dai recenti controlli di campo. Su mele e pere le perdite da Phlycaena vagabunda, Penicillium spp. e Botrytis cinerea si stimano, causa l’elevata umidità seguita da repentini innalzamenti di temperatura, ingenti.

La sostanza più efficace ed attualmente disponibile nel prevenire tutti i danni da post- raccolta sopradescritti è rappresentata dall’ ”olio di semi di girasole “ che – grazie alle sue proprietà – riesce in fase post-raccolta a prevenire gli imbrunimenti da danni meccanici ed è inoltre un ottimo cicatrizzante sulle ferite impedendo sviluppi fungini ed agendo quale sistema di protezione.

Attualmente, gli olii vegetali alimentari si possono utilizzare sulle derrate ortofrutticole come corroboranti in post raccolta (potenziatori delle difese dei vegetali, Decreto Ministeriale DM 18 Luglio 2018 G.U. n.206 del 5 Settembre 2018) ed in tal senso è possibile prevedere l’applicazione dell’”olio di semi di girasole”.

Tuttavia, poiché l’utilizzo di tale olio, al fine di rendere possibile ed efficace il trattamento, necessita l’aggiunta di sostanze veicolanti (E321 additivo alimentare, glicerolo vegetale ed Etildiglicole) per rendere omogenea ed efficace la nebulizzazione e quindi la protezione del prodotto, si determina a nostro avviso un problema di corretto inquadramento e relativo utilizzo di tale prodotto alla luce delle sue ulteriori componenti come descritto.

Le chiediamo pertanto un suo urgente intervento per poter chiarire e fornire sicurezza giuridica alle imprese interessate ed in tal senso, siamo a completa disposizione per qualsiasi esigenza di chiarimento e supporto tecnico al fine di poter individuare in tempi brevi una soluzione operativa, concreta e percorribile.

Certi della sua sensibilità alla problematica illustrata, Le inviamo i nostri più cordiali saluti

Giorgio Mercuri

presidente Alleanza Cooperative italiane agroalimentari

 

Marco Salvi

presidente Fruitimprese