L’ARSIAL PIANGE IL DIRETTORE GENERALE SBAFFI

L’Arsial piange il suo direttore generale Stefano Sbaffi (nella foto). Il direttore dell’agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio, è morto a causa di un infarto che lo ha colpito mentre era in ferie all’estero. L’8 settembre prossimo avrebbe compiuto 67 anni.

“Giunto alla soglia della pensione – avrebbe dovuto lasciare il lavoro per raggiunti limiti di età nel prossimo mese di ottobre – Sbaffi ha diretto le sorti di Arsial nel corso degli ultimi cinque anni, rilanciando il ruolo dell’Agenzia e aiutando la medesima a superare le difficili condizioni di bilancio ereditate dalla precedente gestione”, affermano dall’Arsial.

“Un contributo determinante in tal senso è sicuramente da attribuire alla ricca e multiforme esperienza maturata dal dottor Sbaffi in Regione Lazio, nell’ambito della direzione regionale agricoltura, con la quale ha continuato a collaborare strettamente anche nel corso di questi ultimi anni.

“Con Stefano Sbaffi se ne va, oltreché un amico, anche un dirigente di grande spessore”, dichiara Antonio Rosati, Presidente di Arsial. “Una figura che ha contribuito in maniera decisiva ad impostare e dare corpo al nuovo corso di Arsial sotto l’amministrazione Zingaretti”.

Il Corriere Ortofrutticolo esprime le proprie più sentite condoglianze ai familiari di Stefano Sbaffi e all’Arsial.