MACFRUT 2020, LE ASPETTATIVE DELL’INGROSSO

In occasione della presentazione della trentasettesima edizione del Macfrut (leggi news), dopo l’intervento del presidente Renzo Piraccini riguardanti le novità della rassegna e e quello degli altri relatori, hanno preso la parola i principali rappresentanti del mondo delle organizzazioni e delle associazioni dell’ortofrutta italiana, fra cui Valentino Di Pisa, Presidente di Fedagromercati, e Fabio Massimo Pallottini (nella foto di apertura), Presidente di Italmercati.

Valentino Di Pisa

“Macfrut rappresenta una vetrina nazionale per le imprese dell’ingrosso ortofrutticolo e per tutta la filiera con l’intento di promuovere il comparto – ha dichiarato in premessa Di Pisa. “Per questo motivo Fedagromercati partecipa ogni anno per consolidare la sinergia tra il mondo dei Mercati e la fiera: attraverso la presenza della nostra categoria si vuole infatti affermare da una parte la realtà degli operatori e dei Mercati all’ingrosso, i quali sono player importanti per la logistica del sistema ortofrutticolo italiano; dall’altra si vuole rafforzare ancora di più il legame con la produzione e con gli altri attori del settore per valorizzare il prodotto italiano e le imprese dell’ortofrutta italiana. Vorrei concludere con un plauso nei confronti di Piraccini e della manifestazione nell’aver realizzato B2B Meeting Agenda con il preciso scopo di realizzare incontri b2b su richiesta per il mondo dell’ingrosso, un’opportunità importante per le nostre aziende che mi auguro sappiano cogliere al meglio. Ora più che mai cerchiamo di sfruttare questo rinnovo istituzionale del governo per realizzare un effettivo cambio di passo dell’ortofrutta che valorizzi le imprese dell’agroalimentare italiano e dia voce ad un settore fondamentale per la nostra economia”

All’evento è interveuto anche il Presidente di Italmercati Fabio Massimo Pallottini: “Macfrut è un appuntamento di riferimento per il settore italiano a cui i Mercati italiani partecipano con convinzione. La manifestazione cresce sempre più e perciò auspico fortemente che si riesca a far sì che i Mercati assumano un ruolo sempre più centrale all’interno della Fiera riminese. Queste realtà infatti veicolano oltre il 50% del prodotto fresco consumato dai cittadini italiani e credo sia giusto che venga riconosciuto il loro ruolo di primo piano anche attraverso un rafforzamento del tessuto connettivo tra produzione, operatori grossisti e Mercati italiani che rappresentano ineludibilmente quella rete logistica essenziale per garantire sia i consumi interni che le esportazioni”.