MD, UN SECOLO DI STORIA FAMILIARE

In occasione della convention annuale MD che si è tenuta ieri sera al Teatro San Carlo di Napoli, si sono incrociati 100 anni di storia familiare e 100 anni di storia d’Italia, raccontati in chiave teatrale secondo diversi generi, dalla scrittura alla musica, dalla recitazione al ballo, per dare vita allo spettacolo di un secolo di distribuzione moderna in Italia.

Patrizio Podini, che MD l’ha fondata e la presiede, ha scelto il San Carlo, uno dei teatri lirici più prestigiosi del mondo, per un viaggio nella nostra storia recente che per la sua famiglia è iniziato esattamente 100 anni fa con la prima impresa di produzione e commercio di formaggi e latticini, la Oreste Podini & Co., fondata nel 1919.

Per l’imprenditore di Bolzano – dove ha casa e torna tutti i week end liberi dal lavoro – Napoli è diventata una patria d’elezione dopo che a pochi chilometri da qui, 25 anni fa, è partita la sua personale avventura imprenditoriale, diretta evoluzione di quella della sua famiglia, che lo vede oggi alla guida di un gruppo della distribuzione giudicato tra i più dinamici del settore (secondo il report Mediobanca dicembre 2018, negli ultimi 5 anni MD ha registrato il maggior tasso di crescita medio annuo della GDO italiana con il 15,6%).

“Il 2019 è un anno particolarmente significativo per me: al traguardo di vita dei miei 80 anni – dichiara Podini – celebro i 25 anni di MD e i 100 dalla fondazione della prima impresa di famiglia. Una felice coincidenza che suona come un incoraggiamento ad aggiungere nuove tappe a questo percorso”.

Per celebrare queste importanti ricorrenze e anticipare le prossime tappe, Podini come sempre ha fatto le cose in grande andando in scena in uno dei più celebri teatri del mondo.

Patrizio Podini con i figli Marco e Maria Luisa

Convention e spettacolo

L’evento al Teatro San Carlo, alla presenza di autorità, imprenditori, partner, giornalisti, manager e dipendenti, ha chiuso idealmente l’anno di celebrazione del 25° compleanno di MD offrendo l’occasione, secondo lo stile di Podini, per anticipare progetti e obiettivi per i prossimi anni.

Alla direttrice marketing Anna Campanile, una protagonista della storia dell’azienda, il compito di realizzare un evento in grande stile, dai contorni inediti e memorabili, cogliendo anche l’occasione per fare il punto sulle strategie di comunicazione aziendali che vedranno ancora protagonista Antonella Clerici, volto familiare e sorridente a cui continuare ad affidare, come annunciato in diretta dal palco lo stesso Cavalier Podini, il marchio della “buona spesa”.

Al San Carlo MD ha inaugurato un nuovo format di comunicazione aziendale che ha unito narrazione e spettacolo a momenti più ufficiali di premiazioni, ringraziamenti e l’anticipazione di progetti e obiettivi. Ne è risultato uno spettacolo che ha coinvolto profondamente i presenti nel mondo dell’azienda e delle persone che l’hanno fondata, sullo sfondo della storia condivisa del nostro Paese.

L’evento, infatti, ha snodato in parallelo le principali tappe della storia della famiglia dell’imprenditore Podini e i momenti salienti della storia d’Italia, raccontati attraverso il succedersi di performance e immagini di grande suggestione rievocativa, legati tra loro dal viaggio ideale di un treno, da quelli a vapore d’inizio secolo all’alta velocità dell’impresa di Podini ai giorni nostri.

Podini seduto assieme al pubblico del teatro San Carlo di Napoli

Tanti gli ospiti e gli artisti famosi: oltre ad Antonella Clerici, testimonial dell’azienda dal 2017, Emanuela Rossi, storica voce del nostro cinema, che ha dato vita al racconto dell’evoluzione della figura e del ruolo femminile nel nostro Paese attraverso emozionanti monologhi, Simona Molinari, tra le vocalist più interessanti del panorama nazionale, compositrice e grande interprete di musica jazz e swing, e un Tito Stagno in grande forma che ha rievocato la grande diretta in occasione dello sbarco dell’uomo sulla luna il 20 luglio del 1969, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario: quasi uno spartiacque del secolo raccontato al San Carlo.

L’atteso discorso conclusivo di Patrizio Podini ha visto sul palco anche la nuova generazione, i figli del Cavaliere Maria Luisa e Marco Podini. Nei loro interventi palese l’emozione e l’orgoglio di appartenere a una storia così importante da cui trarre spunto e ispirazione per le linee strategiche future dell’azienda che puntano sempre più alla Responsabilità Sociale d’impresa: codice etico, eco-sostenibilità, solidarietà.

Un secolo di impresa familiare

Al termine della serata tutti gli ospiti hanno ricevuto il volume “1919-2019 100 anni di Imprese. Storia di una famiglia e di un Paese”, scritto per celebrare l’occasione. Vi si trova la conferma che il fiuto per il commercio riconosciuto a Podini è evidentemente un’eredità di famiglia.

Fiuto e capacità di affrontare le sfide con coraggio. Coraggio dimostrato dopo la guerra dal nonno Carlo e dai tre figli per ricominciare da capo a Bolzano, tappa casuale del viaggio di ritorno dal campo di prigionia e scelta perché bella e pronta ad accogliere i buoni prodotti caseari italiani che la famiglia ricominciava a produrre nel lodigiano.

Coraggio del 17nne Patrizio nel partire per Vienna, imparare il tedesco e assorbire le novità e il dinamismo europeo per riportarlo a casa e affiancare il padre nella gestione finanziaria dell’impresa. Siamo nel 1955/56 e cominciano le aperture dei primi supermercati.

Con un salto di qualche decennio, in cui l’imprenditore macina risultati e fa carriera in A&O Selex diventandone per tre volte presidente, nei primi anni ’90 Patrizio intuisce che la formula discount al Sud è tutta da inventare e con soci meridionali fonda il Gruppo MIDA.

Nel 2008, in piena crisi economica, Podini ha l’occasione di mettere ancora una volta in pratica il suo fiuto, intuendo che è “quello il momento di investire occupando spazi lasciati da altri sul terreno”.

Con questa regola, nel 2013 acquista LD Lombardini e di colpo diventa un player nazionale che si impone all’attenzione di tutti e continua a mettere a punto colpi su colpi.

Podini con la schiera dei numerosi nipoti

A questo evento, Podini si presenta reduce dalla cavalcata compiuta con la squadra aziendale in soli 40 giorni per ristrutturare e riaprire con marchio MD i 21 punti vendita siciliani ex Gruppo Abate, conquistati all’asta a fine maggio, riassumendo tutti i 225 ex dipendenti del gruppo. Un acquisto che va a incrementare una già consistente presenza di MD nella Regione, dove oggi operano 90 punti vendita tra diretti e affiliati, serviti dal moderno centro distributivo di Dittaino in provincia di Enna, di oltre 30.000 mq.