FRESCO SENSO (AGRIBOLOGNA), “2.400 TONS DI FRUTTA DI IV GAMMA PREVISTE PER IL 2019”

Da quando nel 2009 è stato aperto lo stabilimento di San Pietro in Casale dedicato alla produzione a marchio Fresco Senso, Agribologna è ormai diventata tra i leader nazionali nel segmento della frutta di IV Gamma.

Nel corso degli anni l’impianto è stato ampliato due volte e a marzo 2018 ha raggiunto il massimo della sua potenzialità: una struttura di 4 mila metri quadrati completamente attrezzata con macchinari all’avanguardia per il taglio, la lavorazione e il confezionamento della frutta e con una capacità produttiva compresa tra i 30 e i 40 mila quintali annui di prodotto finito.

“Quest’anno la stagione estiva è andata molto bene: nonostante un mese di maggio meno performante rispetto alla media degli ultimi 5 anni, gli altri mesi hanno permesso un totale recupero. Per il 2019 è prevista una produzione totale di frutta di IV Gamma intorno alle 2.400 tonnellate”, ha dichiarato a Fresh Cut News Lauro Guidi, presidente di Agribologna.

Risultati significativi raggiunti perseguendo obiettivi di elevati standard qualitativi nella consapevolezza che “le logiche che sottendono l’acquisto di frutta fresh cut sono molto differenti da quelle che inducono all’acquisto di insalata in busta”. “Il consumo di frutta di IV Gamma – precisa Guidi – segue un trend molto stagionale, legato all’andamento meteorologico del periodo e basato su una preferenza prevalentemente organolettica. Il contenuto di servizio percepito in questo tipo di proposta è secondo al gusto. Nei mix di insalata viene invece premiata la sua praticità d’utilizzo; in questo caso, infatti, si sta parlando di un prodotto che non è consumato tal quale ma perlopiù abbinato ad altri ingredienti e condito”.

Infine, circa il prossimo futuro di Fresco Senso, Guidi commenta: “Per ora non sono in programma ulteriori ampliamenti degli spazi; gli sforzi sono piuttosto concentrati nell’esprimere al meglio la produttività in termini di automazione delle fasi e di efficienza del processo produttivo con l’intento di ottenere rese sempre più elevate, miglioramenti qualitativi e nuove linee di prodotti”.

Chiara Brandi

(fonte: FreshCutNews.it)