UE, WOJCIECHOWSKI APRE SU DAZI E PAC. DE CASTRO SODDISFATTO

“Il commissario designato Ue all’Agricoltura, Janusz Wojciechowski (nella foto di apertura), questa volta ci ha soddisfatto: nella nuova audizione al Parlamento Ue ha risposto in modo adeguato e puntuale alle nostre domande, a partire dalle contromisure che intenderà assumere per fare fronte ai nuovi dazi Usa che dal 18 ottobre colpiranno il settore agricollo e alimentare dell’Unione”. Così Paolo De Castro, coordinatore S&D nella commissione Agricoltura del Parlamento europeo, oggi a Bruxelles al termine della seconda audizione delle commissioni Agricoltura e Ambiente dell’Eurocamera.

Paolo De Castro

“Wojciechowski – ha spiegato l’europarlamentare Pd – ha detto che si attiverà subito per far sì che la futura Pac preveda un significativo aumento dei fondi della riserva per le crisi di mercato, che attualmente ammontano a circa 400 milioni di euro, inserendo nuove misure finanziabili per la gestione dei rischi”. Positive, secondo De Castro, le risposte sui criteri per scongiurare il rischio di una ri-nazionalizzazione della Politica comune. “Il commissario designato polacco – ha aggiunto il coordinatore S&D – si è detto inoltre pronto a sostenere le richieste di modifica dell’attuale proposta di riforma della Pac; richieste che la ComAgri rilancerà a breve sotto forma di emendamenti e che mirano a rendere la Pac protagonista del New Green Deal indicato dalla presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, continuando a sostenere il reddito dei nostri agricoltori e, allo stesso tempo, guidandoli verso la realizzazione di obiettivi comuni e incentivandoli a fare un ulteriore salto di qualità nell’erogazione dei servizi ambientali, di cui possa beneficiare l’intera collettività”.