PRATICHE SLEALI, ACCOLTA RICHIESTA PARLAMENTO UE SU INDAGINI GRANDI GRUPPI DI ACQUISTO. SODDISFATTO DE CASTRO

“L’Esecutivo Ue ha raccolto e sta mettendo in pratica la richiesta dell’Europarlamento di lanciare un’analisi su dimensione ed effetti delle centrali di acquisto, come quella formatasi tra i due giganti della distribuzione Tesco e Carrefour, sul funzionamento economico della filiera agroalimentare. E’ un passo decisivo – commenta Paolo De Castro (nella foto), coordinatore S&D alla commissione Agricoltura del Parlamento Ue – per la piena applicazione della direttiva sulle pratiche commerciali sleali, che abbiamo portato a termine dopo un decennio di battaglie”.

“Bene quindi la Commissione europea – afferma l’eurodeputato Pd – che con i lavori del workshop organizzato con tutti gli attori della filiera, ha una volta di più dimostrato che solo con il dialogo e una maggiore informazione l’Europa può garantire un trattamento equo e trasparente dalla terra alla tavola”.

“Ma non possiamo fermarci! Serve una normativa europea che regoli queste alleanze tra distributori, evitando che possano schiacciare agricoltori e trasformatori in una corsa al ribasso dei prezzi e degli standard produttivi. Proprio ieri – precisa De Castro – su iniziativa della commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager, l’Esecutivo europeo ha avviato un’inchiesta formale per determinare se due grandi gruppi francesi della distribuzione, Casino Guichard-Perrachon e Les Mousquetaires (Intermarché), hanno concluso accordi sui prezzi in violazione delle regole di concorrenza europea”.

“Questa è la strada per cui ci siamo tanto battuti – conclude De Castro – per rendere la nostra filiera agroalimentare sempre più trasparente, e garantire la qualità dei processi produttivi e del cibo che arriva ogni giorno sulle tavole dei consumatori italiani ed europei”.