BABY LEAF, VOLUMI A RISCHIO A CAUSA DEL MALTEMPO. UNAPROA LANCIA L’ALLARME

Torna la preoccupazione fra le OP di quarta gamma e di ortaggi associate ad Unaproa di fronte all’ondata di maltempo che sta sferzando l’Italia nelle ultime settimane, dove incessanti piogge e mancanza di luce stanno danneggiando sia per quantità che per qualità le produzioni baby leaf e di  insalate a foglia.

L’allagamento dei terreni e l’asfissia delle insalate in pieno campo sommerse rappresentano uno dei problemi principali che accomuna sia il nord che il sud, unitamente all’allagamento delle serre.

“Le Organizzazioni di produttori  associate”  dichiara  il vice presidente Unaproa Felice Poli “continueranno ad impegnarsi per mantenere la continuità del servizio e gli accordi commerciali con i clienti” ma, prosegue Poli “, la capacità produttiva delle baby leaf e delle insalate a foglia è notevolmente compromessa e anche se la situazione meteo migliorerà, la difficile reperibilità di prodotto si ripercuoterà fino alla metà di dicembre”.

“Questa  difficile situazione”, prosegue il vice presidente “porta con sé inevitabilmente il  problema di mantenimento degli standard qualitativi che il comparto ortofrutticolo organizzato ha sempre assicurato”.

Unaproa ha apprezzato le dichiarazioni del Ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, sulla proposta di collaborazione avanzata alle Regioni maggiormente colpite per dichiarare lo stato di eccezionale avversità atmosferica e attivare eventuali strumenti del Fondo di solidarietà nazionale, “a partire dalla sospensione delle rate dei mutui e dei contributi previdenziali per le imprese agricole”. Conclude Poli, “concordo con la Ministra Bellanova che occorre lavorare insieme e al più presto per mettere in campo misure preventive ed una strategia integrata per dare alle nostre aziende concrete prospettive di redditività e di continuità produttiva.”