MELINDA TIENE NONOSTANTE L’ANNATA DIFFICILE: FATTURATO A 256 MILIONI DI EURO

Ieri sera l’assemblea generale ordinaria dei Soci del Consorzio Melinda ha approvato in larga maggioranza il Bilancio consuntivo relativo all’esercizio 2018-2019 (01.08.2018 – 31.07.2019), così come illustrato dal Presidente Michele Odorizzi, dal direttore generale Paolo Gerevini e dallo Staff di Direzione del Consorzio, con il supporto del Revisore dei conti della FTC.

Dopo un’approfondita valutazione dei dati, è stato condiviso che i risultati ottenuti durante la scorsa stagione sono stati i migliori possibili rispetto ad uno scenario mondiale drasticamente negativo a livello commerciale.

Un ricavo quello di Melinda pertanto, indice di una struttura consortile che resiste alla crisi, grazie all’attenzione peculiare ed unica a tutto ciò che concorre a costruire un successo commerciale: dall’organizzazione sul campo, alla razionalizzazione dei costi, al massimo efficientamento di tutti i processi, alla promozione di una marca sempre più leader, fino alla presentazione del prodotto sul punto vendita.

Il liquidato ai soci produttori della scorsa raccolta, risulta soddisfacente considerata anche una resa di lavorazione inferiore rispetto a quanto preventivato.

Qui sotto i principali dati che che dicono che il fatturato complessivo ha raggiunto i 256,8 milioni di euro (248,3 milioni con le mele e 8,5 milioni con i piccoli frutti).

Il commento ad Assemblea terminata di Michele Odorizzi, Presidente: “Innanzitutto voglio ringraziare tutto il personale del Consorzio, in grado di rafforzare anche quest’anno la reputazione del nostro brand in Italia e nel mondo, posizionando il Consorzio Melinda tra i produttori più conosciuti e più solidi a livello commerciale. Il lavoro di tutti ci ha così permesso di chiudere un anno in modo dignitoso, soprattutto considerato il contesto di fortissima pressione commerciale europea e mondiale del nostro comparto”.