CIMICE ASIATICA, L’UE VIETA L’USO DEL CHLORPYRIFOS-METHYL. BELLANOVA ATTACCA: “GRAVE ERRORE. È L’UNICO RIMEDIO”

La mancata autorizzazione all’utilizzo del chlorpyrifos-methyl, al momento l’unico rimedio contro la cimice asiatica, è un grave errore dell’UE”.
Lo afferma la Ministra Teresa Bellanova che a Bruxelles, in questi mesi, si è fatta portavoce delle esigenze del sistema produttivo italiano del centro-nord gravemente colpito dall’emergenza.

Il Chlorpyrifos-methyl è un agrofarmaco utilizzato per difendere le coltivazioni ortofrutticole dai lepidotteri ma soprattutto pare sia una delle poche sostanze attive efficaci nei confronti proprio della cimice asiatica, anche se si stanno sperimentando nuove soluzioni come l’utilizzo di insetti antagonisti come la vespa samurai. L’Unione Europea potrebbe far uscire l’insetticida uscire dalle sostanze ammesse dall’Unione Europea già a gennaio.

Da qui la reazione della ministra che aggiunge: “So bene come per i nostri produttori e per l’intera filiera sia importante disporre di efficaci mezzi di difesa fitosanitaria per il controllo dell’emergenza almeno fino a quando non saranno disponibili misure alternative. Per questo serve con urgenza una deroga nazionale sulla quale dovremo lavorare con il Ministro della Salute Roberto Speranza. La cimice asiatica è un’emergenza europea, connessa com’è alla crisi climatica, per questo all’Europa chiediamo uno sforzo e siamo già impegnati con i nostri uffici, per negoziare una deroga con Bruxelles”.