SAINT CHARLES, OPERATORI INTERNAZIONALI AL MERCATO FRANCESE

Come ogni anno, alcune imprese membri del gruppo Saint Charles Export hanno ricevuto buyer internazionali, con la collaborazione della Regione Occitania-Pirenei-Mediterraneo.

Si trattava di operatori provenienti dai Paesi Bassi, dall’Ungheria, dall’Ucraina, dalla Repubblica ceca e dalla Romania.

Così, 7 acquirenti di 6 diverse aziende erano presenti a questa missione alla scoperta della piattaforma Saint-Charles e della Regione Occitania in termini di produzione, commercializzazione, trasporto e logistica di frutta e verdura fresca.

I profili delle imprese ricevute erano piuttosto diversificati e rappresentativi del settore nel suo complesso. La grande distribuzione era presente con due acquirenti di CARREFOUR Romania e un rappresentante di FOZZY GROUP, leader della distribuzione alimentare in Ucraina.

Per quanto riguarda gli importatori, erano presenti alla delegazione anche GLOBAL FRESH TRADE dai Paesi Bassi e TEKOOO RT dalla Repubblica ceca. Infine, due grandi grossisti, RUNGIS B.V. dei Paesi Bassi e ZABOSFA KERTESZ dell’Ungheria, hanno completato questo panel di aziende interessate a scoprire e scambiare con i membri del raggruppamento iscritti per riceverli.

Appuntamenti che si sono svolti all’interno delle aziende stesse, sulle banchine di carico/scarico, in magazzini climatizzati, nelle sale di vendita, nelle stazioni di imballaggio e spedizione, nei frutteti o nelle serre di insalata. Le visite hanno consentito agli acquirenti internazionali di apprezzare più facilmente l’attività, la qualità dei prodotti e il know-how delle aziende incontrate.

Anche se alcuni di loro stavano già lavorando con Saint Charles International, tutti hanno riconosciuto alla fine di questa missione di non conoscere completamente l’intera offerta di merce.

Il loro obiettivo era quindi chiaro: scoprire i prodotti regionali commercializzati dai produttori e dalle cooperative del dipartimento, assieme all’ampia gamma di frutta, verdura e agrumi proposta dalle imprese della Saint Charles International attraverso le varie origini trattate nella piattaforma.

Mentre tutti i tipi di frutta e verdura erano di interesse per questi acquirenti, il commercio si concentrava intorno a patate, cipolle, agrumi, frutta a nocciolo, noci, funghi, mele, pere, bacche pomodori, frutti rossi, kiwi, uva, peperoni, insalate, zucchine, melanzane, broccoli, cetrioli, aglio, meloni, kaki, melograni e datteri. I buyer erano interessati a tutti i segmenti di mercato, anche se uno di essi era più focalizzato su prodotti di alta qualità nel mercato “high-end”.

Alcuni hanno inoltre espresso particolare interesse per l’offerta di prodotti biologici disponibili in Occitania, come quelli in partenza dalla piattaforma di Saint-Charles.

Il gruppo è stato particolarmente sorpreso dalla forte presenza di aziende in grado di offrire una vasta gamma di prodotti in termini di gamma e tempistica. Il loro interesse si è naturalmente focalizzato sulla capacità delle aziende della piattaforma di garantire la logistica, di raggruppare pallet interi o misti di prodotti e/o origini diverse.

Saint-Charles International è la prima piattaforma europea di commercializzazione, trasporto e logistica per i prodotti ortofrutticoli freschi. Con sede a Perpignan, nel dipartimento francese dei Pirenei Orientali, ha un valore di 1,95 miliardi di euro di fatturato, produce 1.768.000 tonnellate di frutta e verdura e impiega 2.200 dipendenti diretti. La sua attività si basa principalmente sui flussi di origine mediterranea.