CIMICE, COLDIRETTI VENETO SOLLECITA REGIONE: “SERVE SUBITO LA VESPA SAMURAI”

Non c’è pace tra i frutticoltori veneti che dopo aver dichiarato danni per 100 milioni di euro alle coltivazioni a causa della cimice asiatica, stanno per prepararsi alla prossima stagione ancora con l’insicurezza delle azioni previste per contrastare l’insetto alieno. Per questo motivo Coldiretti ha scritto oggi all’Assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan al fine di sollecitare l’intervento del Ministero dell’Ambiente per approntare le strategie di difesa biologica con l’uso dei antagonisti autoctoni e non. Per l’impiego della Vespa samurai, infatti, serve apposita autorizzazione ministeriale – sostiene Coldiretti che chiede, a tal proposito,  di accelerare l’iter burocratico.

Le misure di contenimento sono necessarie  – si legge nella lettera – diversamente si rischia di mettere in ginocchio definitivamente comparti che soffrono già della crisi di mercato, ma anche produzioni che invece presentano una buona risposta commerciale.