CRISI MEDIO ORIENTE, PALLOTTINI: “SCONGIURARE AUMENTO CARBURANTI PER EVITARE CHE LIEVITINO I PREZZI DI FRUTTA E VERDURA”

“Tutto il mondo è preoccupato in questi giorni per la drammatica escalation in Medio Oriente. Uno dei primi effetti che possiamo vedere qui da noi è rappresentato da un aumento del prezzo delle materie prime, in particolare del petrolio, che solitamente si traduce in modo quasi automatico e immediato sull’aumento dei carburanti”.

È quanto dichiara Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati, la rete dei principali mercati all’ingrosso italiani.

“Come presidente – aggiunge Pallottini – di questa rete di infrastrutture per la logistica e la commercializzazione di prodotti agroalimentari so bene quanto il trasporto su gomma per la frutta e la verdura, in particolare quella freschissima, sia importante. Parliamo di un settore che già vive alcune difficoltà e un aumento ulteriore dei costi aziendali potrebbe essere preoccupante”.

“Voglio quindi – conclude Pallottini – evidenziare le preoccupazioni di tutta la filiera su questo tema e per questo inviare un appello anche al Governo italiano affinché monitori l’impatto di questi effetti sui prezzi dei prodotti. Noi, dal nostro punto di vista possiamo dire privilegiato, siamo disponibili a verificare che non ci siano speculazioni sui prezzi all’ingrosso, ma parliamo comunque di un tema che non può essere trascurato e messo da parte”.