A BERLINO 50 AZIENDE ALLA COLLETTIVA ITALY. BRUNI: “FRUIT LOGISTICA NECESSARIA PIÙ CHE MAI”

Nonostante i controlli imposti dalla vigilanza sulla sicurezza sanitaria a livello internazionale, è ancora una volta frenetica e ancora più carica di attese del solito la vigilia di Fruit Logistica, dove la prima collettiva italiana si conferma, con ben 50 aziende, “Italy. The Beauty of Quality”, organizzata e gestita al padiglione 2.2 di Messe Berlin da CSO Italy in collaborazione con ICE, Fruitimprese ed Italia Ortofrutta Unione Nazionale, su una superficie di 1.200 metri quadri.

“Dopo quello che ci è successo nel 2019 come sistema ortofrutticolo italiano, con consumi in calo del 3% ed export in caduta, questa edizione 2020 di Fruit Logistica – afferma il presidente di CSO Italy Paolo Bruni – è quanto mai necessaria alle nostre imprese per stringere nuove relazioni internazionali e rilanciare i rapporti in essere. Berlino è sempre stata funzionale a migliorare il posizionamento internazionale della nostra ortofrutta, quest’anno sarà ancora di più il termometro con cui dovremo misurarci”.

“Avremo con noi la ministra Teresa Bellanova – sottolinea Bruni -, che parteciperà mercoledì alle 12,30 all’inaugurazione della collettiva Italy, insieme all’amico Paolo De Castro, all’ambasciatore Luigi Mattiolo e al direttore dell’ICE Luongo, e questa presenza è una bella novità, è un segno che le istituzioni e il governo sono vicini al settore, ne colgono l’importanza e avvertono la necessità di compiere adesso azioni mirate di supporto per le quali, sia a livello interno che internazionali, non possiamo aspettare oltre”.

In effetti sono due i momenti salienti della fitta convegnistica programmata nello spazio condiviso da CSO Italy e ICE a Berlino: l’inaugurazione di mercoledì appunto, ma anche, giovedì 6 febbraio alle 11,30, l’incontro con l’on. Paolo De Castro e il direttore generale delle Politiche Internazionali ed Europee del ministero delle Politiche Agricole, Felice Assenza,  sul futuro di PAC e OCM Ortofrutta a sostegno di redditi e ambiente che si confronteranno con le Rappresentanze Italiane del settore .

Circa le preoccupazioni legate al Coronavirus, Paolo Bruni pone la massima fiducia nelle autorità sanitarie dello Stato di Berlino sulle misure precauzionali intraprese e sugli ulteriori controlli assicurati da Messe Berlin. “Dalla Germania – precisa Bruni – ci hanno confermato che tutte le necessarie misure precauzionali sono state prese, costituendo per Messe Berlin la sicurezza dei partecipanti a Fruit Logistica la massima priorità. Conoscendo i tedeschi, non abbiamo ragione di credere che a queste affermazioni non siano seguiti atti concreti che ci faranno stare tranquilli nello svolgimento delle attività. Non è solo la mia opinione, le aziende della nostra collettiva hanno confermato la loro presenza”.

Lo spazio della collettiva Italy è suddiviso in 5 stand. Qui di seguito l’elenco delle oltre 50 aziende che hanno confermato la loro presenza.

Stand A03: Alegra, Brio, Jingold, Naturitalia, Opera, Valfrutta

Stand A04: Agribologna, Al.Ma, Apo Scaligera, Bestack, Cedior, Ceor, CIV, Conor, CPR System, D’Avino, Fogliati, FruitImprese, Mazzoni, OPO Veneto, Orogel Fresco, Peviani, Pignataro, Salvi-UNACOA,  Secondulfo, T18, Veritas Biofrutta, Vignali Trasporti.

Stand A05: AOP Luce, De Lucia, Kingfruit, Oranfrizer.

Stand A06:  Origine.

Stand A08: Apofruit Italia, Bio Sikelia, Campania Felix, Canova, Granfrutta Zani, FruttHera, Italia Ortofrutta, La Deliziosa, Mediterraneo Group, Nicofruit, Ortolanda, Pempacorer. Questo stand ospiterà anche uno spazio della Regione Calabria, con importanti realtà quali il Consorzio Produttori Patate Associati, OP Agrogens, OP Esperia, FRUJT Frutticoltori Jonici Tirrenici, OP Monte, OP Spagnolo, OP TOC e OP Unionberg.

Qui sotto il programma completo degli eventi in programma nello spazio condiviso con ICE.