INTERPOMA 2020 ALL’INSEGNA DELL’INNOVAZIONE VARIETALE

Innovazioni varietali da tutto il mondo, Interpoma Awards, Future Hub e cambio ai vertici dell’organizzazione del Congresso di Interpoma con passaggio di staffetta tra Kurt Werth e Gerhard Dichgans (leggi l’intervista a Dichgans).

Queste sono alcune delle principali novità dell’edizione del salone melicolo italiano presentato questa mattina all’apertura dei battenti di Fruit Logistica a Berlino.

Già tutto sold out lo spazio espositivo bolzanino che conferma i circa 500 espositori mentre sono attesi oltre 20mila visitatori professionali da circa 70 Paesi.

“Quest’anno – spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano, il tema centrale sarà l’innovazione varietale. Siamo concentrati su qualità del prodotto e breeding innovation. Stiamo lavorando per presentarvi tutti gli ultimi sviluppi nella prossima edizione della Fiera in un Rapporto che sarà presentato il primo giorno e farà la fotografia di tutti i trend mondiali. Per avere un quadro il più completo possibile abbiamo anche creato il Future Hub, uno spazio dedicato alle start-up che sono state selezionate tra circa 150 provenienti da tutto il mondo”.

Per farsi portavoce dell’innovazione nel settore, debuttano quest’anno gli Interpoma Awards che avranno un focus diverso ogni volta. In coerenza con il fil rouge dell’edizione 2020, quello di quest’anno sarà appunto l’innovazione varietale.

“Per la prima volta, durante questa campagna, negli Usa la vendita di Red delicious ha superato quella di Golden – ha affermato nel corso della conferenza stampa Gerhard Dichgans -. Questo dipende dalla presenza di nuove varietà che sono capaci di orientare le scelte dei consumatori. Per cogliere tutti i trend di mercato, presenteremo in fiera un programma di breeding e abbiamo invitato alcuni ricercatori dell’università del Minnesota anche per capire come le nuove varietà testate potrebbero impattare sulle nostre colture”.

Ritorna anche quest’anno il programma di eventi paralleli come ‘Interpoma Taste’, dedicato alle degustazioni di prodotti derivati dalle mele; ‘BZ loves Apples’, il fuori salone che lega Interpoma alla città di Bolzano con attività per residenti e turisti tutte, naturalmente, incentrate sulla mela; e gli ‘Interpoma Tours’, ossia visite guidate agli operatori e alla stampa, con l’obiettivo di fare toccare con mano la realtà produttiva altoatesina e di mostrare i più innovativi sistemi di lavorazione.

Mariangela Latella

Berlino

 
Nella foto, da sinistra: Gerhard Dichgans (Interpoma), Thomas Mur (fiera di Bolzano), Georg Kössler (Vog)