CORONAVIRUS, ELEUTERI: “FINORA NESSUNA RIPERCUSSIONE MA SIAMO PREOCCUPATI SULL’EXPORT”

Una crescita del 40% delle richieste per le arance. In crescita la domanda pure su fragole e kiwi, seppur in tono minore (+10-20%). Anche Marco Eleuteri (nella foto), amministratore delegato di Op Armonia di Battipaglia (Salerno) conferma con questi numeri relativi all’op campana, l’effetto coronavirus sui mercati, specialmente nelle giornate di lunedì 24 e martedì 25 febbraio. “Non abbiamo avuto problemi nel rifornire le catene distributive che hanno chiesto un importante aumento dei quantitativi. Ci siamo organizzati e abbiamo soddisfatto la domanda, senza peraltro fare alcuna speculazione sui prezzi, che sono rimasti invariati. Ma già oggi, mercoledì, c’è stato già un rallentamento degli ordini rispetto ai due giorni precedenti”, afferma Eleuteri. Sui prossimi giorni il manager marchigiano si dice abbastanza tranquillo. “Presumo si vada verso una stabilizzazione. Vedremo”.

Cresce la preoccupazione sull’export

La preoccupazione semmai è verso le esportazioni. “Sull’estero invece c’è ancora tanta incertezza. Non abbiamo avuto ancora problemi con cali o disdette degli ordini ma siamo molto preoccupati. Già diverse catene estere hanno chiesto informazioni sui prodotti. Il rischio è che ci siano delle misure di precauzione da parte di alcuni Paesi, nonostante si ripeta da più parti che i prodotti ortofrutticoli – e non solo – non possono essere intaccati dal virus e rimangono sicuri. Speriamo in un’evoluzione positiva della situazione ma rimane una certa tensione”. Emanuele Zanini