CORONAVIRUS, NEI MERCATI CROLLO DEI VOLUMI DEL 30%

Crollo dei volumi del 30% a causa della diminuzione dei clienti, italiani ed esteri, che si recano nei Mercati all’ingrosso per acquisire prodotti ortofrutticoli freschi. Dato che potrebbe peggiorare fino al 50% nei prossimi giorni.

Le imprese dei Mercati di alcune città come Roma, Firenze, Milano, Bergamo, Torino, Bologna soffrono le forti ripercussioni del turismo su ristoranti, mense scolastiche, pubblici esercizi e mercati rionali.

Il comparto – sottolinea Fedagromercati – soffriva già, prima dell’emergenza coronavirus, di una sovrapproduzione dovuta dal caldo inusuale e ad un conseguente drastico abbassamento dei prezzi dei prodotti. Nel caso in cui la situazione peggiorasse ulteriormente, sarebbe necessario un intervento dello stato a favore delle piccole e medie imprese italiane attraverso sgravi fiscali, il congelamento o la riduzione dei canoni di concessione/affitto o ancora la sospensione del pagamento dei mutui da parte del mondo finanziario.