“COMPRATE PIÙ ITALIANO”, ALL’APPELLO DEL CORRIERE ALLA GDO RISPONDE GUERNELLI: “PER CONAD MADE IN ITALY STRATEGICO”

Due giorni fa in un articolo del direttore Lorenzo Frassoldati, il Corriere Ortofrutticolo aveva lanciato un appello alla grande distribuzione affinché sostenga la produzione italiana puntando sui prodotti made in Italy (leggi news). Il primo a rispondere in ordine di tempo è stato Gianmarco Guernelli (nella foto), responsabile acquisti ortofrutta di Conad.

“Il Conad, Consorzio Nazionale Dettaglianti, la più ampia organizzazione di imprenditori indipendenti del commercio al dettaglio presente in Italia che riunisce cinque grandi cooperative territoriali – ha sempre sostenuto e portato avanti la strategia dell’italianità sia nell’ortofrutta che in altre filiere“, precisa subito Guernelli. “Basti solo considerare che è di provenienza nazionale il 90 per cento dell’ortofrutta. Abbiamo collaborazioni attive con più di 600 fornitori italiani solo per l’offerta dei prodotti a Marchio Conad, per un giro d’affari di 4 miliardi di euro con ricadute positive per l’intero indotto. Da questo punto di vista è dunque evidente che l’italianità è un attributo importante che sta al centro della strategia di sviluppo di Conad”.

Guernelli sottolinea inoltre che “il tema della crisi del comparto ortofrutticolo Italiano attualmente è legato all’export.  Dinamiche critiche non imputabili alla grande distribuzione e che la Gdo da sola non può risolvere in assenza di scelte chiare e di indirizzo da parte delle Amministrazioni centrali e dell’Europa a tutela del made in Italy”.

Coronavirus: “aumento ordini di ortofrutta consistenti, imprevisti e imprevedibili”

“In questo momento si è diffusa a macchia d’olio in tutto il Paese la psicosi da accaparramento che ha fatto moltiplicare in modo esponenziale le vendite di ortofrutta e conseguentemente anche gli ordini hanno avuto incrementi consistenti, imprevisti e imprevedibili – rivela inoltre il manager della catena distributiva. Nonostante i disagi e le difficoltà legate all’emergenza noi continueremo a sostenere l’italianità del comparto ortofrutta garantendo un flusso regolare dei prodotti dalle piattaforme logistiche agli scaffali della rete dei nostri punti di vendita. Rafforzando le collaborazioni con i nostri fornitori svolgiamo quel servizio di vicinanza alle comunità a garanzia del benessere sociale ed economico del Paese”.

“Confidiamo nel buon senso da parte di tutti, perché solo restando uniti, con coraggio, impegno e senso di responsabilità, riusciremo a gestire al meglio questo delicatissimo momento”.