CORONAVIRUS, ADDIO A GIANPIERO CHIAPPAROLI DELLA VOLPEDO FRUTTA

Grave lutto per la Cooperativa Volpedo Frutta di Monleale (ALessandria): nella notte è morto il responsabile commerciale Gianpiero Chiapparoli, 77 anni. Era stato ricoverato all’ospedale di Varzi per difficoltà respiratorie ed era stato sottoposto alle cure e al protocollo precauzionale attivati per il coronavirus, ma purtroppo non ce l’ha fatta. “Era nato a San Ponzo, un paesino della Valle Staffora, il 4 marzo 1943 – dice il presidente della Cooperativa, Piero Cairo, in un’intervista a La Stampa -. Gli dicevo sempre: non posso dimenticare il tuo compleanno, sei nato lo stesso giorno di Lucio Dalla. Abbiamo collaborato per 25 anni nella Volpedo Frutta”.

“Chiapparoli era entrato come socio nel 1994 e l’anno successivo io, lui e alcuni altri abbiamo preso in mano la situazione e siamo usciti da una situazione problematica che si era verificata tra il ’93 e il ‘94. Da quel momento la cooperativa è rinata. E’ stato presidente della cooperativa dal ‘95 al 2006. Dal 2007 ho preso io il suo posto, mentre lui si è dedicato alla parte commerciale fino ad oggi”.

E aveva ancora tantissimi progetti per la Cooperativa e per migliorare l’agricoltura della zona. «Avrebbe potuto fare il pensionato, invece fino all’ultimo giorno si è occupato della Cooperativa con entusiamo, tanta volontà e grande capacità imprenditoriale. In sua memoria abbiamo il dovere di andare avanti seguendo la strada da lui tracciata in questi anni e operando per il meglio di tutta la vallata”. Nel 1995, insieme a Cairo, Gianpiero Chiapparoli aveva partecipato attivamente alla costituzione del Consorzio per la Pesca di Volpedo, un lavoro di equipe fra Comuni (e in particolare dei sindaci Giuseppe Gervino e Giancarlo Caldone di Volpedo, Augusto Massa di Monleale e Mario Marini di Viguzzolo), Cooperativa Volpedo Frutta e tanti agricoltori lungimiranti delle Valli Curone, Grue e Ossona.

Chiapparoli lascia la moglie, Renata Canevari, insegnante di matematica in pensione e i figli Roberto, che conduce un’azienda agricola a Volpedo ed Enrico che lavora nel settore bancario.

(fonte: La Stampa)