CORONAVIRUS: SCAMBI COMMERCIALI DIMEZZATI A VERONAMERCATO, CHE PERÒ DONA 20MILA EURO

Esportazioni praticamente ferme per Veronamercato in questo periodo di emergenza Covid-19. Gli scambi commerciali nel centro agroalimentare scaligero sono dimezzati. Mentre reggono le movimentazioni nel mercato nazionale, sono in picchiata quelle fuori dall’Italia. Fino ad un mese fa, come ha affermato il presidente di Veronamercato Andrea Sardelli al giornale L’Arena, il 40% dell’ortofrutta era destinato all’export, un altro 40% era acquistato dalla grande distribuzione, un 15% dai grossisti e il 5% da dettaglio specializzato e horeca. “La flessione pra è del 50%”. La GDO ha ridotto del 50% gli acquisti.

Nonostante la situazione non certo facile, la società di gestione del centro agroalimentare veronese, ha deciso di donare 20mila euro a favore dell’iniziativa #aiutiAMOverona promossa da L’Arena, Telearena e Radioverona. A marzo Veronamercato ha inoltre acquistato 10mila mascherine monouso fabbricate dall’industria cartaria padovana Grafica Veneta e commissionate dalla Regione. Gli operatori del centro ne hanno comperate finora 4.200 per proteggersi durante l’attività lavorativa. Il ricavato per un valore di 2.500 euro sarà donato al comitato veronese di Croce Rossa Italiana (Cri), al quale saranno anche regalate altre 2mila mascherine, che i volontari dell’associazione distribuiranno ai nuclei famigliari veronesi, molti dei quali ancora sprovvisti di protezione.