VERONA, CENTO CHILI DI FRAGOLE IN DONO DA CONFAGRI ALL’OSPEDALE

Un centinaio di chili di fragole sarà donato al personale dell’ospedale di Borgo Roma di Verona, in prima linea nella lotta al coronavirus. È il dolce regalo dell’azienda agricola di Damiano Valerio, di Confagricoltura Verona, che ha sede a Raldon (Verona), tra le maggiori produttrici di fragole e frutti di bosco della zona.

“La raccolta delle fragole è appena iniziata – spiega Damiano Valerio– e abbiamo pensato che sia giusto essere riconoscenti nei confronti dei medici, degli infermieri e di tutto il personale ospedaliero, che stanno compiendo un eccezionale sforzo nel curare la popolazione e contenere la diffusione del virus. Così ho chiamato Adriano Valerio, medico e direttore del 118, che è mio cugino, e gli ho spiegato che avrei voluto fare questo dono sia a chi lavora in prima linea al pronto soccorso, che al personale degli altri reparti. Il regalo è stato ben accetto e in questi giorni verrà recapitato. Ci piacerebbe fare lo stesso omaggio anche all’ospedale di Borgo Trento, attendiamo di prendere contatti”.

La stagione delle fragole è partita con il piede giusto. Il tempo soleggiato e le temperature miti hanno favorito la maturazione dei frutti, che sono molto richiesti dal mercato con buone quotazioni. L’unico problema è la carenza di manodopera: “Negli ultimi anni si è sempre fatto fatica a reperirla, ma quest’anno con l’emergenza coronavirus è ancora più difficile – spiega Valerio -. Tutti gli stagionali che arrivavano dall’Est Europa, con grande esperienza nella raccolta, sono bloccati e, al momento, stiamo cercando di arrangiarci con l’aiuto di familiari e gente del paese. Ma quando la raccolta entrerà nel vivo tutto questo non sarà sufficiente”.