CORONAVIRUS, DALL’UE FINO A 50MILA EURO ALLE IMPRESE

Stati membri e Regioni potranno reindirizzare fino all’1% delle dotazioni dei Programmi di sviluppo rurale (Psr) per assegnare ad aziende agricole e imprese agroalimentari rispettivamente fino a 5mila euro e 50mila euro. E’ una delle misure pubblicate dalla Commissione Ue nell’ambito del pacchetto anticrisi per gli agricoltori alle prese con le conseguenze dell’epidemia di Covid-19. Gli Stati membri e le Regioni dovrebbero includere la misura nei loro Programmi di sviluppo rurale mediante una modifica, trasferendo fondi da altre misure entro il 31 dicembre 2020.

Il pacchetto, annunciato il 22 aprile, comprende anche un aiuto all’ammasso privato per latte in polvere, burro, formaggio, carni bovine e ovicaprine, per un ammontare stimato di quasi 80 milioni di euro; deroghe ai piani nazionali per vino, olio, apicultura e distribuzione di alimenti sani nelle scuole; ma anche l’autorizzazione temporanea per le organizzazioni di produttori di ortofrutta e di altri settori d’introdurre misure anticrisi e gestirle in autonomia.

(fonte: Ansa)