“IL MONDO CHE CI PIACE”, DA BONDUELLE IL NUOVO MESSAGGIO “SOSTENIBILE”

Bonduelle per proseguire il percorso iniziato con il lancio del programma “Bonduelle s’impegna”, una sfida per la sostenibilità in 6 punti, presenta il nuovo claim “Il mondo che ci piace”, per ribadire il proprio amore non solo per il mondo delle verdure, ma anche per un’agricoltura sostenibile.
“I due concetti si fondono in un nuovo posizionamento che oggi ci rispecchia a pieno – dichiara Laura Bettazzoli, direttore marketing di Bonduelle Italia – Il mondo che ci piace è un claim inclusivo, che vuole condividere con i nostri consumatori la volontà di fornire prodotti buoni per noi e buoni per l’ambiente.”
Il claim è presentato nel nuovo spot TV in onda dal 10 maggio per tre settimane e continuerà durante l’estate con un nuovo flight. Lo spot ha come protagonista l’insalata Bonduelle, testimonial del progetto Bonduelle s’impegna per un’agricoltura sostenibile.
Il concept creativo, a cura di Leagas Delaney, è “Cosa fai di buono oggi?”: ogni prodotto Bonduelle è il risultato di un costante impegno per un’agricoltura e per un’alimentazione sostenibile. Perché Bonduelle non si accontenta di garantire più gusto e qualità ad ogni “veggie lover”, vuole che ogni prodotto abbia un riflesso positivo sul benessere del nostro pianeta.
“Il nuovo posizionamento di Bonduelle va a identificare un preciso brand purpose, -aggiunge Filippo Mutani, partner e Cso di Leagas Delaney Italia – da portare avanti con azioni concrete e in linea con un consumatore sempre più sensibile a marche che operano nel rispetto delle regole naturali.”
Infatti Bonduelle s’impegna è anche la voglia di comunicare un progetto per un mondo migliore in cui brand e consumatore sono alleati, entrambi in potere di fare scelte consapevoli: sarà l’impegno di ogni soggetto della filiera di Bonduelle a rendere possibile un’agricoltura sostenibile, così come la scelta di un consumatore oggi sempre più cosciente dei propri acquisti.
“Vogliamo dare un messaggio importante e rassicurante ai nostri consumatori soprattutto in questo periodo di incertezze e paure – dichiara Laura Bettazzoli, direttore marketing di Bonduelle Italia – Questo è il ruolo di un brand in questo periodo: trasmettere i propri valori con contenuti rilevanti e coerenti con la propria storia, dimostrando vicinanza alle persone che da sempre credono nell’azienda”.
Nonostante il momento difficile, che ha visto un calo del mercato del segmento del Fresco IV gamma a causa di una ridotta frequenza d’acquisto, Bonduelle non si tira indietro e investe in comunicazione per ricordare ai propri consumatori la sicurezza delle insalate fresche Bonduelle, che vengono da sempre sottoposte a processi di sanificazione e, una volta imbustate, non vengono più toccate e sono pronte per essere mangiate con gusto in totale rispetto dell’ambiente e della sicurezza. Bonduelle ricorda altresì la sostenibilità di un prodotto coltivato con metodi di agricoltura sostenibile e contro lo spreco d’acqua. Da uno studio sui propri consumi d’acqua si evince infatti che per lavare e disinfettare ogni confezione di insalata in busta di 100 grammi, Bonduelle utilizza in media 2,5 litri di acqua. Molto meno di quello che si utilizza a casa propria.
Qui sotto il link al video