IL BIO AL TEMPO DEL COVID, IL PUNTO IN UN WEBINAR DI ASSOCERTBIO

Il biologico è uno dei comparti più dinamici e vivaci del settore agroalimentare italiano, in costante crescita per quanto riguarda il numero di superfici dedicate e gli operatori che vi lavorano. Giovedì 25 giugno, alle 11, il convegno web organizzato da Veronafiere permetterà di fare il punto della situazione sul 2019 e sui primi mesi del 2020. Verranno presentate in anteprima, infatti, le analisi elaborate dell’Osservatorio Dati istituito da Assocertbio, l’Associazione degli organismi di certificazione del biologico che raggruppa nove dei principali enti presenti in Italia.

“Il mondo del biologico rappresenta un tassello decisivo all’interno del sistema agricolo italiano” commenta Riccardo Cozzo (nella foto), presidente di ASSOCERTBIO. “Giovedì 25 nel webinar di B/Open avremo l’opportunità di presentare per la prima volta il nostro Osservatorio Dati, illustrando le stime relative al trend generale del bio italiano nel 2019, per numero di aziende, settori e superfici coltivate, fondamentali per poter programmare al meglio le attività del comparto. Presenteremo inoltre i primi dati tendenziali relativi ai primi mesi del 2020, una finestra temporale molto importante a causa dell’emergenza da Covid-19, che consentirà di verificare lo stato di salute del biologico”.

Il webinar, trasmesso in live streaming e dal titolo “Il bio in Italia nell’era Covid: superfici, operatori e aziende (e un focus sulla filiera olivicola)” è organizzato da B/Open, la nuova iniziativa di Veronafiere dedicata al food biologico certificato e al natural self-care, con un taglio esclusivamente B2B, che si svolgerà il 23 e 24 novembre.

Per consultare il programma del webinar e registrarsi clicca qui