FRUTTAGEL SPINGE SU SALUTISMO ED E-COMMERCE. FATTURATO IN CRESCITA DEL 25%

Fruttagel pronta a lanciare, nel 2021, una nuova linea di succhi destinati allo sport e spinge sull’e-commerce con il nuovo sito gustosostenibile.it nato proprio per promuovere le nuove gamme di prodotto. Lo ha rivelato Giorgio Alberani, direttore commerciale di Fruttagel e amministratore delegato di AlmaverdeBio nel corso della conferenza digitale che si è tenuta ieri pomeriggio per fare il punto della situazione del gruppo che conferma il trend con una chiusura dell’anno che vedrà il fatturato in crescita del 25%.

“Un grande marchio del biologico come AlmaverdeBio – ha dichiarato Stanislao Fabbrino, presidente di Fruttagel e di AlmaverdeBio Ambiente – deve estendere il suo concetto di valore. Non deve limitarsi a essere la versione Bio di un prodotto convenzionale. A questo ruolo ormai assolvono ampiamente le private label nei vari marchi specifici e anche i discount hanno lavorato molto in questa direzione”.

La conferenza digitale è stata anche occasione per presentare l’intera gamma di prodotti offerta del brand leader del biologico italiano e per fare il punto sull’ortofrutta trasformata in un momento di grandi cambiamenti dell’intero settore agroalimentare italiano.

Il canale retail del gruppo, nel periodo di Covid è cresciuto molto, ossia +60%, in linea con l’andamento del mercato; mentre quello Horeca (gestito direttamente da Fruttagel), ha subito un tracollo di pari importo a causa della chiusura del comparto imposta durante il lockdown.

“La maggiore preoccupazione – precisa Paolo Pari, direttore di AlmaverdeBio – è la riduzione del potere di acquisto delle famiglie. Secondo le previsioni degli esperti, si stimava che se la perdita di PIL fosse rimasta al di sotto del 9%, non ci sarebbero state variazioni nelle abitudini di acquisto. Diverso se avesse superato tale soglia. In realtà, l’abbiamo già ampiamente superata dal momento che siamo già a circa il -11% del PIL. Questa è la vera preoccupazione anche perché queste referenze rappresentano una domanda di prodotti salutari e sostenibili ma parimenti si collocano in un segmento di prezzo elevatO”.

Per l’azienda, innovazione e sostenibilità sono le chiavi per affrontare la ripresa Post-Covid che non si presenta, comunque, come un percorso in discesa.

“I prodotti a marchio che andranno lanciati sul mercato” – chiarisce Fabbrino – “devono essere il top dell’innovazione e della qualità negli specifici segmenti. Attraverso il pack sarà specificato il valore del prodotto che il consumatore potrà apprezzare gustandolo ma c’è qualcosa di molto importante che dovrebbe trovare spazio ampio sul pack e cioè, come e da chi viene realizzato il prodotto? Il consumatore deve poter fare una scelta consapevole, virtuosa e sostenibile. L’azienda ha il controllo della filiera? Ha la capacità di produrre affidabilmente prodotti biologici? Paga un prezzo equo ai propri conferenti di materie prime? Produce nel rispetto dei propri lavoratori? Produce in modo da minimizzare la quantità di CO2 prodotta nei propri processi e nella scelta degli imballi? Valorizza i prodotti della terra del proprio territorio? S’impegna a diffondere i criteri di una sana alimentazione e dei corretti stili di vita? In sostanza il consumatore deve poter fare un acquisto sempre più sostenibile e responsabile ma noi dobbiamo dargli le informazioni per poter essere virtuoso e certamente il packaging oggi è uno strumento sempre più strategico per questo”.

Ed è proprio in tale contesto (di sviluppo dell’innovazione a 360° nella gamma di offerta di Fruttagel e AlmaverdeBio Ambiente, per il segmento frozen e grocery) che si colloca la proposta presentata dal direttore commerciale di Fruttagel e Amministratore Delegato di AlmaverdeBio Ambiente, Giorgio Alberani.

“Come Fruttagel e AlmaverdeBio Ambiente – spiega Alberani – abbiamo puntato sull’innovazione di packaging e di prodotto in un’ottica di sostenibilità con le conserve di pomodoro Tetra Recart, presentati nel nuovissimo sito dedicato gustosostenibile.it con tante indicazioni sulla praticità d’uso e il rispetto per l’ambiente. Nel settore Beverage abbiamo lanciato i succhi di frutta senza zucchero aggiunto con altissimo contenuto di frutta e a basso contenuto calorico, senza conservanti, senza cannuccia e con un pack ottenuto da risorse rinnovabili. Referenze, queste ultime, che, grazie alla composizione e al packaging non sono soggette né a sugartax né a plastictax. Per il settore delle Verdure Surgelate, invece, da inizio 2020 le Cremose Surgelate sono disponibili in busta compostabile. Nella fase di ripresa, riteniamo che la ristorazione, bar, ristoranti, hotel e agriturismi, possa qualificarsi proponendo al cliente un menù biologico completo ed in questa direzione si muove la proposta Almaverde di verdure surgelate e di altri prodotti Grocery, studiati appositamente per il settore. In questa direzione è nata la collaborazione per il canale Bar con Nat Food, produttore e distributore di una gamma di prodotti Almaverde molto qualificata e specifica”.

All’orizzonte, ossia nel 2021, invece pronta una linea di prodotti che mette al centro il tema della sostenibilità, qualità totale e servizio ai consumatori destinati al mondo dello sport. “Abbiamo intenzione di sviluppare la comunicazione con i consumatori – chiosa Alberani – e con i clienti e saremo molto attenti al tema della formazione/educazione al consumo. Con il nostro progetto Ortilio nelle scuole proseguiremo il percorso educativo rivolto ai bambini sia sul fronte nutrizionale che su quello di salvaguardia ambientale”.

Mariangela Latella

 

Nella foto, da sinistra, Giorgio Alberani e Stanislao Fabbrino