UN MURALE ARTISTICO RICORDA LE RADICI SARDE E I VALORI DE L’ORTO DI ELEONORA

“Viviamo in una terra ricca di storia, che intorno al 1370 fu governata da Eleonora d’Arborea. A lei abbiamo dedicato il nostro brand e ora nella nostra azienda un murale per rendere omaggio alla giudicessa e al suo spirito che ancora oggi vive nel ricordo dei sardi, ispirandone i valori: volontà, dedizione, fierezza, coraggio. Valori, nei quali da sempre ci riconosciamo, che fanno emergere la figura di una dei principali protagonisti della storia sarda e di grande rilievo per l’intera Europa medievale”.

Così spiegano dall’Op Campidanese, conosciuta con il marchio L’Orto di Eleonora, l’ultima opera realizzata nella struttura aziendale sarda.

Eleonora d’Arborea fu una grande donna che dedicò l’intera vita al suo popolo e alla sua terra, lottando per renderla unita, indipendente e libera dal dominio della corona aragonese. La Sardegna deve a lei l’aggiornamento della carta legislativa promulgata dal padre Mariano IV: la “Carta de Logu”, un codice di diritto civile e penale redatto in lingua sarda e decisamente moderno per l’epoca, tanto da essere rimasto in vigore per oltre 400 anni, fino al 1827.

Il ricordo delle imprese di Eleonora da allora è rimasto impresso nella memoria e nella cultura del popolo sardo che, ancora oggi, la rappresenta nelle tradizioni e nelle rievocazioni storiche come nella Sartiglia di Oristano, continuando a tramandarne il nome attraverso la storia.

L’opera è stata realizzata da Gisella Mura, artista che vive ed opera nel borgo di Collinas, in Sardegna, dove si è ritagliata un ruolo di animatrice e operatore culturale e turistico, organizzando mostre ed eventi di spessore. Dopo gli studi scientifici e la laurea all’Accademia di Belle Arti si è dedicata a tempo pieno alla pittura, esponendo in diverse location prima nell’isola e successivamente in Italia ed all’estero ottenendo lusinghieri riconoscimenti e vincendo numerosi premi.

Di lei la storica dell’arte Daniela Madau, scrive:

“Un’arte emotivamente forte che esce dalle tele e cattura l’attenzione per la forza che emana, dalle maschere tradizionali sarde ai suonatori di launeddas, per poi soffermarsi sulle forme sensuali e passionali della donna. La figura femminile, la protagonista principale della sua attività, a tratti madre dolce e affettuosa, a tratti passionale e divina. Le sue opere sono un complesso armonico di simbologia, sardità e femmineo”.

“Fiero di essere il direttore commerciale di una realtà che si è ispirata ai valori della Grande Eleonora. Abbiamo capito che insieme si può tentare, stiamo lavorando per unire il mondo produttivo, per renderlo più competitivo e al passo con i tempi, così da poter vincere la nostra battaglia commerciale. Sono fiero di appartenere a questa splendida terra, e alle sue tradizioni, alla sua storia. Per noi de L’Orto di Eleonora è fondamentale che il nostro lavoro porti vantaggi alle aziende socie e al territorio. Come Eleonora anche noi vogliamo dare benessere e far prosperare” – conclude Salvatore Lotta, direttore commerciale dell’Op Campidanese.