PERÙ, EXPORT DI FRUTTA DA RECORD A MAGGIO

Tra gennaio e maggio, il comparto agricolo è stato l’unico settore economico del Perù ad aver incrementato le esportazioni. L’export di frutta ha ottenuto i migliori risultati con un +11,6%.

Il Ministero del Commercio Estero, Mincetur, ha annunciato che le esportazioni agricole del Perù si sono attestate a 2.403 milioni di dollari nel periodo da gennaio a maggio, pari a un +0,8% rispetto all’anno precedente. Si è esportato frutta per 1.414 milioni di dollari, corrispondenti a un +11,6% rispetto al 2019 (1.267 milioni). Un nuovo record storico per questo periodo.

Questa performance si spiega con la crescita delle vendite di uva (451 milioni di dollari, +26,5%), mango (329 milioni di dollari, +26,8%) e avocado (328 milioni, +7,1%). Ottimi risultati anche per le esportazioni di agrumi (62 milioni di dollari, +41%), soprattutto mandarini (54 milioni di dollari, +50%).

Le principali destinazioni della frutta peruviana sono Stati Uniti (40%) ed Europa (38%), le cui vendite sono aumentate rispettivamente dell’8% e del 18%.

Secondo il Ministero, obiettivo del Perù è diventare uno dei primi dieci Paesi esportatori di frutta al mondo e il terzo in America Latina. Attualmente, il Paese è tra i primi quindici al mondo e il quarto in America Latina.

(fonte: Fructidor)