TERRA DEI FUOCHI, AUMENTATE LE MISURE DI CONTRASTO

Misure di contrasto agli incendi dolosi nelle campagne della regione Campania, dove alcune zone sono state tristemente battezzate “terra dei fuochi” per l’accanimento di alcuni gruppi malavitosi che creano in aperta campagna, anche nei pressi di zone coltivate, discariche abusive, anche per rifiuti speciali ad alto tasso di tossicità, che danneggiano l’ambiente, l’agricoltura e la salute pubblica.

“Sono cominciate le attività di mappatura aerea della Terra dei Fuochi, con mezzi aerei dotati delle più sofisticate tecnologie messi in campo dalla Guardia di Finanza, che ringrazio per il proprio impegno costante” afferma oggi  in una nota il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Sono partite operazioni programmate e coordinate dalla Prefettura di Napoli, d’intesa con la Prefettura di Caserta. Le attività vedono un aereo del Gruppo esplorazione aeromarittima della Guardia di Finanza di Pratica di Mare affiancare gli elicotteri del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli. “Grazie a questi rilevamenti aerografici – precisa il ministro Costa – sarà possibile individuare in maniera ancora più precisa gli obiettivi su cui indirizzare le future azioni di contrasto a tutte quelle attività illecite che non abbiamo mai smesso di combattere, e che provocano danni inestimabili al territorio, oltre a costituire un grave pericolo per la salute pubblica”.