EXPORT SPAGNOLO, VOLUMI IN CALO MA CRESCE A VALORE DI QUASI IL 10% NEL PRIMO SEMESTRE

Le esportazioni spagnole di frutta e verdura nel primo semestre del 2020 sono diminuite del 3,5% in volume e sono cresciute del 9,5% in valore rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, per un totale di 7,2 milioni di tonnellate e 8,5 miliardi di euro (8.564 milioni di euro), secondo i dati del Dipartimento delle dogane e accise, rielaborati da FEPEX. A maggio e giugno si sono registrati forti diminuzioni in volume.

Da gennaio a giugno di quest’anno le esportazioni di ortaggi sono diminuite dell’1,4% in volume rispetto allo stesso periodo del 2019, per un totale di 3,3 milioni di tonnellate, e il valore è salito del 5,5% a 3.728 milioni di euro. Diminuito il volume di esportazione delle principali verdure come pomodoro, cetriolo, lattuga e cavolo. Le vendite di pomodoro si sono attestate a 459.231 tonnellate, l’8% in meno rispetto al primo semestre del 2019, con un miglioramento a valore del 2%, raggiungendo i 586 milioni di euro. Le esportazioni di lattuga sono diminuite in volume e in valore, del 4% in entrambi i casi, con 475.737 tonnellate e 441 milioni di euro, e anche le esportazioni di cavoli sono diminuite del 10% in volume e del 9% in valore, per un totale di 349.737 tonnellate e 428 milioni di euro (-10%).

Per quanto riguarda la frutta, nel primo semestre dell’anno, le vendite all’estero sono state pari a 3,8 milioni di tonnellate, il 5% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e il valore è cresciuto fortemente, del 13% a 4.835 milioni di euro. Spicca la performance positiva della frutta con nocciolo, in particolare la pesca, con 132.578 tonnellate (+11%) e 185,5 milioni di euro (+32%) e la nettarina, con 135.819 tonnellate (+9%) e 209 milioni di euro (+30%). Per contro, i piccoli frutti sono diminuiti, con fragole in calo del 3% in volume e valore rispetto al primo semestre del 2019, per un totale di 274.229 tonnellate e 553 milioni di euro. Nel caso dei lamponi, è diminuito del 21% in volume e del 7% in valore, raggiungendo le 40.688 tonnellate e i 293 milioni di euro.

Per le regioni autonome, le esportazioni di frutta e verdura dall’Andalusia da gennaio a giugno 2020 si sono attestate a 2,7 milioni di tonnellate, il 4% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019, con un valore di 3.788 milioni di euro (+5%), seguite da Valencia con 2 milioni di tonnellate (-8%) per un valore di 2.166 milioni di euro (+12%) e Murcia con 1,4 milioni di tonnellate (-1%) e 1.633 milioni di euro (-14%).

Per quanto riguarda il mese di giugno, le esportazioni sono diminuite dell’11% in volume rispetto allo stesso mese del 2019, per un totale di 1,03 milioni di tonnellate e sono aumentate dell’1% in valore a 1.098 milioni di euro. Le vendite di ortaggi sono state pari a 340.663 tonnellate per un valore di 321 milioni di euro e quelle di frutta sono state pari a 691.104 tonnellate e 777 milioni di euro.

Per FEPEX, i dati del primo semestre dell’anno mostrano un risultato positivo in termini di valore ottenuto da tutte le esportazioni di frutta e verdura, ma riflettono situazioni molto diverse, con battute d’arresto in produzioni importanti come i piccoli frutti. I dati di maggio e giugno sono preoccupanti, in quanto riflettono una notevole diminuzione del volume delle esportazioni, rispettivamente del 15% e dell’11%, con un incremento in valore molto più contenuto rispetto ai mesi precedenti, con un 5% in più a maggio e solo l’1% in più a giugno, a fronte di una crescita tra il 10% e il 14% nei mesi da gennaio ad aprile. Ciò richiede, secondo FEPEX, l’attuazione di una serie di misure in molti settori, per superare, tra le altre sfide, il miglioramento della competitività o una reale diversificazione dei mercati, in un contesto di grandi minacce come l’uscita del Regno Unito dall’UE, il terzo mercato per le esportazioni spagnole.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.