MERCATO DI MILANO, SOTTOSCRITTI I CONTRATTI PER LA NUOVA PIATTAFORMA LOGISTICA

Nei giorni scorsi otto tra le principali aziende all’ingrosso del mercato ortofrutticolo hanno stipulato il contratto di concessione degli spazi della nuova Piattaforma Logistica Ortofrutta (PLO) del Mercato Ortofrutticolo di Milano.

Gli operatori che si sono aggiudicati gli spazi – A.L. 129 Al.Ma., Caseificio Autieri, F.lli Rebuffini, Nuova Frutta, Ortofrutticola Adriatica, Salvi Milano, Spreafico Francesco e F.lli – occuperanno circa il 94% della superficie commerciale disponibile.

La PLO avrà una superficie lorda di 15.550 mq di cui 13.480 mq commerciali (indice di efficienza 87%). All’interno della struttura sono previsti vari spazi di metrature diverse, da 773 (con banchina di carico e scarico e deposito esclusivi), 185 e 100 mq con le zone di carico-scarico in comune. La piattaforma è costruita a una quota di 1,10 metri dal piano campagna e con una altezza sottotrave di 7,5 m. Il perimetro delle unità immobiliari è dotato di pannelli isotermici autonomi e per copertura sono posizionati pannelli fotovoltaici.
Per le concessioni verrà corrisposto un canone annuo di 85 euro/mq per un ricavo complessivo di 1.145.800 euro a fronte di un investimento pari 12.484.775 euro.

“La stipula dei contratti di concessione rappresenta un segnale molto positivo da parte dei commercianti nonostante il periodo difficile e l’incertezza in cui stiamo vivendo a causa della pandemia. Il progetto, che prevede un investimento fino a 100 milioni di euro, va avanti, grazie alla intensa collaborazione con il Comune e la fiducia degli operatori. Il cantiere è avviato e prevediamo la consegna del primo edificio entro novembre 2021” – dichiara Cesare Ferrero, presidente Sogemi.

La nuova piattaforma logistica – insieme ai Padiglioni Ortofrutta – fa parte del progetto di riqualificazione del Mercato Agroalimentare di Milano. Foody Mercato Agroalimentare Milano – il primo mercato all’ingrosso d’Italia – guardando ai modelli dei grandi Mercati europei di Parigi, Madrid e Barcellona sarà, ricordano da Sogemi, un Mercato all’ingrosso al passo con i tempi che offrirà servizi innovativi per operatori e consumatori, concepito secondo i valori di qualità e sicurezza alimentare, sostenibilità ambientale e innovazione.

Il nuovo Ortomercato, dovrebbe essere pronto per l’agosto 2023, otto mesi in più rispetto alle iniziali previsioni. Un ritardo causato dai ricorsi registrati proprio per l’appalto dei lavori per la realizzazione della piattaforma logistica.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.