RECOVERY FUND, ITALMERCATI LANCIA L’APPELLO A CONTE

La conferma il Premier Giuseppe Conte l’ha data al Forum Ambrosetti: “con il Recovery Fund dobbiamo rilanciare e sostenere le filiere più innovative del Paese. E oltre il 35% delle risorse disponibili sarà allocato per progetti legati agli investimenti green ”.
I  Mercati all’Ingrosso sono pronti a cogliere questo “insieme strutturato di investimenti e riforme strutturali” come ha ulteriormente ricordato il Presidente del Consiglio.
“Italmercati ha collaborato alla definizione di un programma promosso e gestito a livello centrale, ma che può coinvolgere i territori attraverso le nostre infrastrutture. Le key words sono digitalizzazione, sostenibilità, sicurezza alimentare, logistica e competitività. Con ricadute per il sistema Italia a partire dalla  creazione   di valore efficienza della filiera, per arrivare a qualità e valorizzazione della produzione, nuova occupazione – sottolinea il presidente di Italmercati, Fabio Massimo Pallottini (nella foto).
Sono ore concitate. Nei palazzi della politica è in corso un’importantissima attività: mettere in fila la massa di idee e progetti messi a punto dai territori, dai dicasteri e dal mondo delle grandi aziende per fare vita ad un piano organico da presentare all’Europa per promuovere una rinascita post Covid per il nostro Paese. Si confrontano due visioni: la prima più “centralista”, pochi grandi progetti gestiti a pochissimi soggetti; una seconda più legata ai territori ma che ha in sé il rischio della “ dispersione in mille rivoli”.
Per mercoledì è fissata la riunione del Ciae, Comitato interministeriale Affari europei a cui partecipano il premier e tutti i principali ministri, che dovrebbe approvare e mandare in parlamento il primo piano d’indirizzo.
“Facciamo un appello al Presidente Conte, alla Ministra Bellanova che ha già dimostrato una sensibilità e un’attenzione al nostro mondo, perché riescano a mantenere i Mercati italiani dentro questo processo virtuoso. Italmercati farà la sua parte fino in fondo, garantendo la cantierabilità dei progetti e la sua solerte realizzazione – conclude Fabio Massimo Pallottini -.  Italmercati rappresenta nel suo complesso un grande asset industriale con superfici attrezzate complessivamente di oltre 600 ettari, fatturati societari di circa 75 milioni di euro ed un giro d’affari delle aziende interne calcolabili complessivamente nell’ordine di 6,3 miliardi di euro.
Gli aderenti sono 16 e rappresentano le più grandi strutture logistico-distributive italiane nel settore del fresco alimentare,  mosse da obiettivi di sviluppo, innovazione, rilancio delle filiere e riposizionamento competitivo del loro sistema infrastrutturale
Ecco perché siamo fiduciosi che i Mercati all’Ingrosso italiani possano essere ricompresi in questo grande piano strutturato di investimenti”.