GLI ORTI DI VENEZIA E NOVA COOP INSIEME A SOSTEGNO DELL’ARTE

Presentata ieri presso il Centro Conservazione e Restauro de La Venaria Reale di Torino, l’iniziativa “Una trama da svelare” che vede, per la prima volta, una strettissima collaborazione tra la Direzione regionale Musei Veneto, il Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale, Gli Orti di Venezia e Nova Coop.
Al centro del progetto il recupero e restauro conservativo del prezioso tappeto “Ushak a medaglione” appartenente alla Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro di Venezia, giunto nei laboratori di restauro di Venaria nel mese di agosto.
Nell’ottica di collegare sempre di più la cultura per la terra con la cultura per l’arte, l’operazione di restauro può essere sostenuta direttamente anche dai consumatori, grazie alla partnership stipulata tra Gli Orti di Venezia e Nova Coop, acquistando le insalate in busta del marchio veneto presso i punti vendita della Coop piemontese. Come ha annunciato Enrico Ottobrini, responsabile per Nova Coop dei Freschissimi, nel corso della conferenza stampa, la vendita di insalate in busta compostabile a marchio “Gli Orti di Venezia” è iniziata a giugno concentrando inizialmente l’attenzione in una parte dei punti vendita del torinese. Ad oggi ammontano già a 6.000 i pezzi venduti che hanno contribuito al sostegno dell’iniziativa  e la distribuzione verrà ora allargata in tutti gli altri punti vendita Nova Coop.
“Gli Orti di Venezia – afferma Paolo Tamai, fondatore dell’azienda – è lieta di poter sostenere un progetto di recupero di una preziosa opera d’arte, oltre che di aver avviato una collaborazione con Nova Coop che distribuisce le insalate in busta compostabile a marchio Gli Orti di Venezia in alcuni Ipermercati e Supermercati Coop del Piemonte. L’iniziativa si inserisce in un nostro impegno costante per sostenere e promuovere il patrimonio culturale nazionale. E’ per me unardia del patrimonio artistico e culturale italiano, coinvolgendo i consumatori in una partecipazione attiva. L’intero progetto vede coinvolti importanti interlocutori del settore pubblico e privato in una sinergia virtuosa che può rappresentare un modello da promuovere e replicare piacere aver trovato in Nova Coop un partner per condividere la nostra visione. Esiste quindi un legame – conclude Paolo Tamai – tra la cultura per la terra e la cultura per l’arte: un prodotto semplice come le insalate può contribuire alla valorizzazione del nostro patrimonio e così ciò che è già buono, diventa doppiamente buono se ci aiuta a finanziare la tutela e la conservazione della bellezza nel nostro Paese”.