DA ALIS UN PIANO NAZIONALE PER LA LOGISTICA

Un piano per la logistica al servizio del Paese per il rilancio dell’economia. E’ quello al quale sta lavorando l’Alis, l’associazione che riunisce le aziende del settore in Italia e sul quale è stato fatto nel corso del Consiglio direttivo . E’ quanto si legge in una nota dell’associazione.

Il documento, spiega il presidente di Alis, Guido Grimaldi conterrà “un piano strutturato e dettagliato per individuare le priorità essenziali al rilancio e al supporto di tutte le aziende e per evitare quindi enormi rischi sul lato occupazionale e su quello della competitività. Dobbiamo puntare ad ottenere misure concrete per le imprese per consentire agli operatori italiani di usufruire di infrastrutture nazionali sicure, moderne e sostenibili nonché di poter contare su strumenti efficaci in termini occupazionali e contributivi, come la riduzione dei costi del lavoro e l’istituzione di un credito d’imposta dedicato”.

Il piano sintetizzato in Linee guida ed esposto al vicepresidente della Camera dei Deputati,Ettore Rosato, che ha partecipato all’incontro, prevede 5 proposte a sostegno delle imprese: l’incremento degli incentivi rivolti all’intermodalità e misure a favore della detassazione e della decontribuzione, tra le quali il rifinanziamento di Marebonus e Ferrobonus per un ulteriore triennio, fino al 2023, l’aumento delle dotazioni finanziarie per gli incentivi all’autotrasporto al fine di ringiovanire il parco veicolante.

 

Nella foto, da sinistra: Ettore Rosato e Guido Grimaldi