AREFLH: TRE PROGETTI DI RICERCA FINANZIATI DAL PROGRAMMA HORIZON 2020

Si chiude con il segno positivo il bilancio previsionale 2020 di Areflh, l’associazione delle regioni europee, presentato e approvato nel corso dell’assemblea annuale di ieri.

La grande novità di quest’anno è l’ingresso di ben tre dei quattro progetti di ricerca finanziati dal programma Horizon 2020 che porteranno alle casse dell’associazione, complessivamente, 350mila euro spalmati in otto anni, dal 2018 al 2025, per i quali l’associazione è in cerca di partner operativi.

I progetti in questione sono stati presentati da Eriselda Canaj, project officer dalla Polonia per Areflh.

I tre progetti si chiamano Nutriman, Console e Smartprotect e hanno un budget, rispettivamente di 115mila euro (con 18 partner provenienti da otto Paesi europei); 104mila euro (con 24 istituzioni partecipanti e provenienti da 12 Paesi dell’Unione) e 71.212 euro (con 16 partner da 13 Paesi Ue).

“L’obiettivo del programma ‘Nutriman – ha detto Canaj – è migliorare lo sfruttamento, la gestione e il recupero di azoto e fosforo poiché non sono sufficientemente conosciuti dagli agricoltori comunitari. La nostra azione creerà per loro nuove opportunità di sviluppare legami con la ricerca applicata, i risultati pratici e le pratiche agricole su gestione e recupero di questi nutrienti. A tal fine Areflh ha creato un consorzio di composto da 18 partner”.

Il progetto Console, per contro, ha come obiettivo, quello di implementare l’innovazione sui beni pubblici agro ambientali, cosiddetti AECPG nell’agricoltura e silvicoltura europea anche attraverso la costituzione di una ‘Comunità di Pratiche’ (CoP) per progettare e testare modelli di cooperazione efficienti e efficaci e sviluppare una contrattualistica che possa supportare la complessità del progetto e l’adesione di più attori.

Smart protect, per contro, guarda all’agricoltura di precisione. Punta a stimolare la creazione di sistemi regionali europei di innovazione e know-how che possano poi essere interconnessi tra loro anche in funzione della lotta integrata contro i nuovi patogeni.

“C’è anche un quarto progetto che partirà da novembre 2020 – chiosa Canaj – con budget di Areflh da quasi 59mila euro che si chiama Lowinfood che punta a ridurre lo spreco di cibo lungo le catene di fornitura alimentare. Il progetto vede la partecipazione di 27 membri appartenenti a 12 Paesi europei”

Mariangela Latella