NON SOLO VINI, AL RISTORANTE ARRIVA LA CARTA DELLE UVE DA TAVOLA

Alcuni ristoranti di Rutigliano, in provincia di Bari, hanno iniziato ad offrire agli ospiti una carta delle uve da tavola prendendo spunto dal modello della carta dei vini.

Perché, spiega l’associazione Bella Vigna, “ogni uva da tavola è il frutto della terra, del clima e soprattutto dell’intreccio di nuove e antiche sapienze dell’essere umano”. L’obiettivo è quello di promuovere le varietà d’uva coltivate nel sud-est barese, indirizzando il cliente a considerare la croccantezza, il grado brix (il contenuto zuccherino), l’acidità e l’acquosità dei diversi acini, tutti parametri indicati in carta accanto a ogni varietà. La carta messa a punto dall’associazione elenca 20 varietà, ma l’idea vuole essere un punto di partenza per sviluppare iniziative simili anche in altri contesti, come per esempio nel circuito della grande distribuzione, dove spesso chi acquista si trova disorientato davanti alla possibilità di scegliere tra più varietà di uva da tavola (Vittoria, Italia e Regina sono le più comuni da trovare), senza aver idea di quali caratteristiche e gusto si celino dietro ogni nome.

(fonte: Gamberorosso.it)