PRATICHE SLEALI, L’ANNUNCIO DI MARCO PEDRONI AL WEBINAR DEL CORRIERE: “ACCORDO TRA GDO E INDUSTRIA ALIMENTARE”

Raggiunto un accordo tra le principali catene distributive italiane e l’industria alimentare (rappresentata da Federalimentare) sul dibattuto tema delle pratiche sleali, in discussione alla Camera dei deputati. Ad annunciarlo in anteprima è stato Marco Pedroni (nella foto), presidente di Coop Italia e ADM, Associazione Distribuzione Moderna, in occasione del suo intervento questa mattina al quarto webinar sulla Farm to Fork organizzato dal Corriere Ortofrutticolo, dedicato all’impatto della svolta green dell’Europa sul consumatore.

L’intesa tra Gdo e industria alimentare sarà sottoposta per il necessario coinvolgimento anche alle associazioni di categoria e alle organizzazioni agricole. “La prossima settimana annunceremo ufficialmente l’accordo”, ha affermato Pedroni, “per poi sottoporlo ai decisori politici, presentandolo ai ministri e parlamentari, in attesa del via libera poi alla normativa finale che arriverà nei prossimi mesi”.

“Abbiamo trovato dei punti importanti di convergenza che partono da un principio che bisogna difendere in tutti i modi la legalità, la correttezza e la libertà delle relazioni commerciali. Altrimenti i pochi che fanno i furbi avranno la meglio su chi si comporta correttamente”, ha aggiunto Pedroni, il quale durante il suo intervento ha ribadito l’importanza della sostenibilità e dell’etica del lavoro. Il presidente di Coop Italia ha inoltre criticato certe politiche del sottocosto, “che sono una vera e propria presa in giro per il consumatore e non solo”, riferendosi per esempio, seppur senza citare direttamente il discount, alle angurie vendute a 1 centesimo al chilo sotto Ferragosto.

All’incontro di questa mattina – ancora una volta, come nelle tre “puntate” precedenti, seguito da centinaia di persone in collegamento via web, decretandone così il successo – hanno partecipato anche Paolo De Castro, Vicepresidente Commissione Agricoltura al Parlamento europeo, Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati, Simona Caselli, presidente di Areflh, e Claudio Scalise di SGMARKETING, con interventi illuminanti di cui daremo conto nei prossimi giorni.

Emanuele Zanini