PRATICHE SLEALI, VERNOCCHI: “ACCORDO POSITIVO. LA PRODUZIONE NON DEVE PIÙ SUBIRE”

“Un modo intelligente per aiutare le istituzioni a definire in maniera chiara le regole”. Commenta così Davide Vernocchi (nella foto), coordinatore del settore ortofrutta di Alleanza Cooperative Agroalimentari, l’intesa raggiunta dalla distribuzione e dall’industria alimentare riguardo le linee guida sull’integrazione della Direttiva UE 2019/633 nell’attuale quadro normativo nazionale per contrastare le pratiche sleali e anticoncorrenziali (leggi news).

“La nuova normativa deve portare regole chiare da rispettare che permettano alla produzione di non subire più lo strapotere di poche realtà che tentano di fare le furbe ai danni del nostro comparto”, afferma Vernocchi.

“L’intesa può essere uno strumento utile per aiutare le istituzioni a fare bene il loro lavoro. Attendiamo quindi l’iter parlamentare e ministeriale, che ora può essere agevolato grazie a questo accordo”.

“Il settore ortofrutticolo – conclude Vernocchi – ha sempre fatto la propria parte offrendo il nostro contributo propositivo, già al tempo dell’art. 62 e prima ancora. Segnaleremo eventuali problematicità per tutelare non solo la produzione ma anche il mondo della distribuzione che rispetta le regole”. (e.z.)