ROCKIT, LA MINI-MELA CHE NON PIACE SOLO AI BAMBINI: 3,4/5

Piccola e succosa, convincente al primo morso, appena amarognola nel finale; singolare e immediatamente identificabile nella sua confezione attrattiva a tubetto contenente 5 frutti; molto adatta ai bambini e all’on-the-go perché mangiabile in pochi morsi; un vero e proprio snack salutare, per i bambini un’alternativa non solo sana ma anche divertente alle merendine; sta comodamente in uno zainetto o in una borsetta. Soprattutto un nuovo concept nel mondo delle mele. Davvero una bella trovata!
Parliamo di Rockit, la mini-mela di calibro 55-60 coltivata in Valtellina dai soci produttori della cooperativa Melavì, una mela che in cinque anni si è costruita un suo mercato, prima in Italia e Svizzera, poi anche in Spagna. L’origine è neozelandese. Nel 2011 Rockit è stata candidata al premio innovazione di Fruit Logistica. Melavì se ne è assicurata l’esclusiva per la produzione in Italia – dove viene coltivata dal 2015 – e la commercializzazione in Italia, Svizzera e Spagna.
Abbiamo acquistato una confezione di Rockit in Esselunga: 5 frutti, 360 grammi, al costo di 2,84 euro. Il nostro panel, costituito oggi da 4 assaggiatori – tre di genere femminile – ha dato queste valutazioni complessive: 3, 3, 4, 3.5. Media: 3,4 su 5, quindi una valutazione più che buona, per una mele che comunque si distingue, ha aperto una sua nicchia di mercato, ha fatto innovazione, caratteristiche che vanno oltre il valore intrinseco che qui è stato principalmente valutato. (a.f.)
LA VALUTAZIONE. Prodotti di scarsa qualità o di tracciabilità incerta non sono presi in considerazione. La valutazione da 1 a 5 ha il seguente significato: valutazione 1 significa che il prodotto è giudicato di qualità complessiva sufficiente; valutazione 2 qualità complessiva più che sufficiente; valutazione 3 qualità complessiva buona; valutazione 4 qualità complessiva ottima; valutazione 5 qualità complessiva eccellente. Per qualità complessiva si intende la somma dei fattori della qualità intrinseca (caratteristiche organolettiche, gusto, sapore, salubrità) e della qualità estrinseca (filiera garantita, imballaggio compostabile, chiarezza dell’etichetta, altro).