NUTRISCORE, MERCURI PLAUDE AL NO DELL’ITALIA

“Grazie all’azione decisa della ministra delle Politiche Agricole Teresa Bellanova che ha difeso fino in fondo la posizione italiana, il nostro Paese è riuscito a impedire l’adozione del documento di conclusioni sull’etichettatura nutrizionale per il quale la cooperazione agroalimentare aveva da sempre dichiarato, sin dalle prime fasi, una ferma opposizione. Bene ha fatto la ministra a comportarsi con la massima coerenza a difesa di produttori aziende e consumatori, fino all’epilogo di questa sera”.

Con queste parole il presidente di Alleanza cooperative Agroalimentari Giorgio Mercuri commenta il voto negativo espresso oggi a Bruxelles dal governo italiano sul testo presentato dal Consiglio Agrifish presentato dalla presidenza tedesca.

“L’etichettatura nutrizionale, che deve aiutare i consumatori ad una scelta consapevole per calibrare le proprie scelte alimentari – commenta Mercuri – non può penalizzare produzioni di eccellenza del nostro made in Italy, dai formaggi all’olio, ma deve piuttosto assolvere alla funzione di informare in modo corretto il consumatore. Per questo motivo continuamo a sostenere la posizione portata avanti dal Ministero italiano, che considera i sistemi a semaforo o similari troppo semplicistici e non risolutivi del problema”.