NEWHALL, L’ARANCIA NAVEL CON UNA MARCIA IN PIÙ: 3,5/5

Buccia porosa e morbida che si stacca bene dal frutto, di un bel colore arancio vivo, succo abbondante e dolce (il grado di acidità è incredibilmente basso). Un’arancia bionda di medio-grandi dimensioni, facile da consumare, adattissima anche ad essere spremuta, molto digeribile, che soddisfatta i palati che non cercano nell’agrume il gusto aspro a tutti i costi e prediligono invece l’arancia dolce.
Questa è la Newhall, un frutto che appartiene alla stessa famiglia di una cultivar più famosa, l’arancia Navel (famiglia di cui fa parte anche la Washington Navel). La Newhall ha origini antiche, che risalgono all’anno 1820, quando fu selezionata, da una mutazione naturale, da monaci-agronomi in un monastero brasiliano, ed è stata migliorata nel corso degli anni tanto da presentarsi oggi come una “signora arancia”.
Abbiamo acquistato in un negozio Esselunga una confezione da 4 frutti lavorata dalla Orchidea Frutta di Rutigliano (Bari) in plastica rPET per l’80% riciclata. Frutti di categoria 1 e calibro 2/3. Prezzo al chilo: 2,48 euro. Il panel di assaggio, in un periodo in cui non sempre è dato di assaggiare agrumi di livello qualitativo eccellente, è rimasto bene impressionato dalla Newhall, un’arancia che rappresenta un’esperienza di assaggio davvero soddisfacente. I 3 assaggiatori hanno espresso questa valutazione: 3; 3,5; 4. Valutazione complessiva: 3,5 su 5. A conferma che dai magazzini di Orchidea Frutta, primo operatore ortofrutticolo pugliese, escono prodotti che non deludono. (a.f.)
LA VALUTAZIONE. Prodotti di scarsa qualità o di tracciabilità incerta non sono presi in considerazione. La valutazione da 1 a 5 ha il seguente significato: valutazione 1 significa che il prodotto è giudicato di qualità complessiva sufficiente; valutazione 2 qualità complessiva più che sufficiente; valutazione 3 qualità complessiva buona; valutazione 4 qualità complessiva ottima; valutazione 5 qualità complessiva eccellente. Per qualità complessiva si intende la somma dei fattori della qualità intrinseca (caratteristiche organolettiche, gusto, sapore, salubrità) e della qualità estrinseca (filiera garantita, imballaggio compostabile, chiarezza dell’etichetta, altro).