FEDAGRO GIOVANI, GLI EFFETTI DEL COVID SULLA CATEGORIA

Nei giorni scorsi si è tenuta una videocall del Gruppo Giovani di Fedagromercati, rappresentato dal Presidente Vincenzo Palestini, con l’obiettivo di fare il punto della situazione dopo questi mesi di pandemia che hanno colpito anche il settore dell’ortofrutta fresca.

Sono molti gli argomenti trattati, fra tutti sicuramente gli effetti della diffusione del covid19 sulla categoria degli operatori grossisti. A parere di tutti c’è stata una flessione dei consumi nel periodo da settembre fino ad oggi (diversamente dai mesi primaverili di lockdown nazionale) causata soprattutto dalla chiusura del canale horeca, più o meno ristretta a seconda delle fasce di colore delle singole regioni. Queste realtà stanno subendo particolarmente questo periodo di difficoltà, che non risparmia nemmeno l’agroalimentare, e di conseguenza anche i loro fornitori.
Il passaggio all’orario diurno resta un argomento centrale per il gruppo, considerando che, oggi più che mai, permetterebbe di andare incontro alle nuove tendenze del mercato, incrociando le necessità della GDO ma anche dei privati cittadini.
I partecipanti hanno evidenziato come l’assenza dalle manifestazioni fieristiche rappresenti un problema serio per il comparto dato che l’esperienza delle fiere digitali, nonostante siano un elemento aggiuntivo per gli imprenditori, non sostituiscono in maniera completa queste esperienze, le quali rappresentano un momento importante d’incontro fra gli operatori commerciali ed una vetrina per i loro prodotti.
Infine si è analizzata l’attuale crisi di governo con le dimissioni del premier Conte, che gettano ancora più instabilità sul mondo delle pmi italiane, le quali necessitano di aiuti e di una guida solida a cui fare riferimento.
I membri hanno concordato di riaggiornarsi la settimana prossima per iniziare a porre le basi di un progetto pilota che possa rilanciare il mondo dei Mercati e degli imprenditori fra i giovani.