FRAGOLA SABRINA, STAGIONE AI BLOCCHI DI PARTENZA

Sta per cominciare la stagione fragolicola 2020/2021 nell’areale del Casertano e del Calabrese, quest’anno caratterizzata dal fenomeno Sabrina, fragola che ha saputo in poco tempo conquistare la fiducia dei produttori e il palato dei consumatori.

Sabrina è una varietà sviluppata da Planasa che produce frutti di forma conico-allungata, colore rosso brillante, polpa compatta, succosa, ricca di vitamina C, potassio, ferro, folati (acido folico) e flavoinoidi, tutte caratteristiche considerate attraenti dai consumatori.

Con 25 milioni di piantine vendute nella campagna fragolicola 2020 (pari a circa 400 ettari e una produzione stimata di 15.000 tonnellate), è una delle prime varietà utilizzata dai produttori di fragola nel Sud Italia. La stagione passata è stata molto positiva sia dal punto di vista produttivo che di mercato.

Con oltre 2 milioni di piante di Sabrina, Montella Bio è uno dei principali produttori di questa varietà a Caserta, con il valore aggiunto di una produzione di fragole completamente biologica. I loro 56 ettari di serre sono capaci di produrre 2.000 tonnellate di fragole, principalmente della varietà Sabrina, che distribuiscono tra i mercati freschi, industriali e congelati.

Michelle Montella, titolare dell’omonima azienda ha spiegato che: “I trapianti sono iniziati ad ottobre con un clima mite e pieno di luce che ha contributo alla buona formazione delle piante. Speriamo di poter ottenere una buona produzione sia per quantità che per qualità: rispetto al 2020 avremo un 20-30% in più di prodotto”.

Le Fragole di Montella Bio, sono per il 45% conferite al Consorzio BIA, mentre per la restante parte commercializzate in Germania, Austria, Danimarca e Francia ed anche ai mercati dell’est.

Un altro importante produttore dell’areale Casertano è l’Azienda Agricola fratelli Picone, fragolicoltori da 2 generazioni con circa 15 ettari tutti impegnati nella coltivazione della varietà Sabrina, commercializzate con marchio premium di coop San Paolo, importante struttura commerciale del Casertano.

Gaetano La Rocca, Manager Tecnico-Commerciale di Planitalia, spiega meglio come questa cultivar ha ottenuto questo straordinario risultato: “Sabrina incontra le esigenze dei produttori grazie alla sua rusticità e soddisfa le aspettative dei buyers per la sua alta produttivita’. È apprezzata dai consumatori per le sue caratteristiche organolettiche: aroma intenso e ottimo sapore dolce. Riteniamo che i produttori di Sabrina possano affrontare fiduciosi questa nuova stagione produttiva, consapevoli di poter offrire ai consumatori una fragola che si contraddistingue dalle altre varietà presenti sul mercato”.

Innovazione, la chiave del successo

Da parte sua, il direttore commerciale di Planitalia (Filiale italiana del gruppo Planasa), Nino Foraboschi ha parlato degli obiettivi di Planasa per il prossimo futuro: “Planasa può vantare un’esperienza di 50 anni nel campo della ricerca e sperimentazione di nuove cultivar di fragola. Grazie a questo lavoro abbiamo privilegiato l’aspetto qualitativo delle produzioni immettendo sul mercato cultivar che si contraddistinguono per il loro sapore e aroma. Questa scelta è stata vincente perché i consumatori hanno apprezzato, nel caso di Sabrina, una fragola unica che si contraddistingue per la sua dolcezza e per il suo aroma. Riteniamo infatti che queste caratteristiche comportino un vantaggio competitivo per i produttori che scelgono una varietà dall’alto valore commerciale”.

Per quanto riguarda l’introduzione di nuove varietà ottenute con il miglioramento varietale, Foraboschi spiega che “il mercato è in continua evoluzione e la Planasa è sempre alla ricerca di soluzioni innovative. Cambiano le esigenze dei produttori e i gusti dei consumatori e per questo dobbiamo guardare al futuro nella convinzione che si può e si deve offrire al mercato soluzioni innovative, vedi la varieta’ “RedSara” lanciata sul mercato quest’anno e già sta facendo parlare di sé”.