MERCATO DI LUSIA, MARZO REGOLARE

Il buon andamento meteo registrato nel mese di marzo – variabile con temperature che si alternavano da periodi freddi ad altri molto miti e l’assenza quasi totale di pioggia – ha permesso lo svolgimento regolare delle operazioni in campagna.

Questa linearità ha trovato riscontro anche in mercato dove l’attività si è contraddistinta per una sostanziale stabilità dei volumi e degli scambi rispetto a marzo 2020. A livello di quotazioni marzo ha mostrato andamenti non omogenei in relazione alle diverse tipologie di prodotto.
Da metà mese è iniziata la campagna delle lattughe di serra. I volumi per tutte le tipologie sono stati ridotti mentre le quotazioni hanno evidenziato un discreto aumento rispetto a quanto registrato a marzo 2020. Oltre alle lattughe è iniziata la commercializzazione dei cipollotti e delle indivie. La produzione è stata ridotta e i prezzi di vendita si sono attestati su buoni livelli.

Analizzando i principali prodotti trattati nel mese si evidenzia l’andamento negativo dei cavolfiori bianchi, dei cavoli cappucci viola e delle cipolle. Per tutto il periodo le quotazioni sono state molto basse a causa di un prodotto non al massimo qualitativamente e di una domanda apparsa da subito timida, che si è mantenuta tale fino alla fine del mese.
In ribasso pure le patate, alcune tipologie di radicchio e le zucche violine che nel mese
sono state poco richieste dalla domanda. Hanno segnato il passo anche i cavoli cappucci e le zucchine a causa di un forte aumento produttivo che ha favorito quotazioni al ribasso.

Buone soddisfazioni arrivano invece dall’aglio nelle sue varie lavorazioni, dalla bieta, dalla catalogna e, in tono minore, dalle lattughe. Per questi prodotti le quotazioni sono risultate soddisfacenti per il periodo, grazie ad una disponibilità in linea con la richiesta della domanda. Hanno registrato sempre una buona qualità.

Un altro articolo che si è distinto è stato il porro. La richiesta è stata continua favorendo un aumento delle quotazioni che hanno raggiunto per diversi giorni l’euro e quaranta/cinquanta il chilogrammo. Buona anche l’offerta e la qualità del prodotto conferito.
Positivo l’andamento di mercato anche per alcune varietà di radicchio dove le quotazioni sono risultate più remunerative rispetto a quelle di marzo 2020: da campo, rosso tondo e il variegato di Lusia, nonostante un discreto aumento dei volumi.
Il mercato del sedano verde è risultato lineare con un’offerta stabile e una domanda interessata. Le quotazioni sono state sostanzialmente in linea con quelle realizzate nello stesso periodo dello scorso anno.
Nel comparto della frutta abbiamo riscontrato una buona richiesta per le mele. Gli scambi sono avvenuti regolarmente sulla base di prezzi tesi al rialzo. Per i kiwi e le pere invece si è registrato un marcato disinteresse della domanda che ha causato una flessione delle quotazioni.