GELO, LA FRANCIA STANZIA UN MILIARDO DI FONDI: L’ANNUNCIO DEL PRIMO MINISTRO

Un miliardo di euro. È la dotazione del fondo straordinario varato dal governo francese, per compensare i danni provocati al settore agricolo dalle recenti e ripetute gelate notturne. Lo ha annunciato sabato scorso il Primo ministro, Jean Castex (nella foto), nel corso di un incontro con il mondo agricolo nel sud della Francia dove sono stati registrati i danni più pesanti.

Castex, come riporta Agrisole, ha anche precisato che gli indennizzi a fondo perduto saranno erogati, al più tardi dai primi giorni di luglio, in base alla riduzione del fatturato. Saranno prese in considerazione anche le perdite subite dalle imprese di trasformazione a causa della diminuzione delle consegne dei prodotti agricoli. Il Primo ministro ha anche indicato che nel giro di quindici giorni saranno messe a disposizione dei prefetti risorse finanziarie aggiuntive, per far fronte alle esigenze immediate degli agricoltori. In aggiunta agli annunci del Primo ministro, fonti del ministero francese dell’Agricoltura hanno evidenziato che gli indennizzi straordinari andranno ad aggiungersi a quelli previsti dalla normativa ordinaria sulle calamità naturali. Inoltre, è già stato disposto il rinvio delle scadenze relative al versamento degli oneri fiscali e previdenziali.

Per quanto riguarda la stima dei danni, Jerome Despey, Segretario generale della Fnsea, l’organizzazione più rappresentativa degli agricoltori, ha dichiarato che è andato perduto almeno un terzo della produzione vinicola, con un danno nell’ordine di due miliardi di euro. Per pesche e albicocche le perdite sono valutate a 1,5 miliardi, in quanto il crollo produttivo potrebbe attestarsi al 50 per cento. Il gelo ha colpito anche i terreni destinati alla produzione di barbabietole. Secondo la Cgb (Confederazione dei bieticoltori francesi) almeno 30 mila ettari dovranno essere riseminati. Tra costo per la risemina e taglio delle rese, è attesa una perdita di circa 600 euro ad ettaro. Al riguardo, il gruppo cooperativo Cristal Union, tra i principali produttori di zucchero a livello europeo, ha deciso di mettere gratuitamente a disposizione dei propri conferenti le sementi necessarie per la risemina di 25mila ettari. Alla data del 15 aprile, è stato indicato in un comunicato del gruppo, circa il 60% delle consegne è già stato effettuato.

(fonte: Agrisole)